Guida all’acquisto delle lampadine a risparmio energetico

di Marco il 15 giugno 2010

Lampade a risparmio energetico: A partire dallo scorso settembre 2009 è iniziata la graduale messa al bando le vecchie lampade a incandescenza a favore delle nuove lampade a risparmio energetico. La sostituzione delle vecchie lampadine avverà a tappe, si è partiti dalle lampadine da 100 Watt e le lampade di tipo smerigliate di qualunque potenza. A settembre 2010 sarà la volta delle lampade incandescenti da 75 W, a settembre 2011 di quelle da 60 W, a settembre 2012 toccherà alle lampade da 15, 25 e 40 Watt, per poi concludere nel 2016 con la messa al bando di tutte le lampadine di classe C.

Per meglio rendere l’idea dei vantaggi derivanti dalle nuove lampade a risparmio energetico va detto che quest’ultime risultano essere prive di mercurio e garantiscono una riduzione media dei costi di illuminazione dell’80%: a parità di illuminazione, infatti, le lampadine a risparmio energetico consumano un quinto di una normale lampadina a incandescenza. Ad esempio è possibile sostituire una lampadina a incandescenza da 100 W con una a risparmio energetico da 20 W e la durata media va da 5.000 a 15.000 ore.
Ecco qualche consiglio su come scegliere la lampadina a risparmio energetico più adatta alle nostre esigenze.

Tipologie di lampadine a basso consumo energetico:
Le lampadine a risparmio energetico, realizzate in tutte le forme e colori, sono disponibili con luce molto calda (cioè con una temperatura di colore bassa) e con luce fredda (cioè con una temperatura di colore alta). E’ consigliabile scegliere lampadine da avvitare allo zoccolo, i modelli tubolari sono infatti più delicati e possono rompersi facilmente.

Dove installare le lampadine a risparmio energetico
:
E’ consigliabile installere le lampadine a risparmio energeticonei locali in cui sono richieste due o più ore di illuminazione al giorno. Non è quindi consigliabile l’installazione delle lampadine a risparmio energetico in locali dove soggiornate solo pochi minuti a settimana. In questi locali si consiglia la scelta di lampade alogene, che però non rientrano nella categoria delle lampadine a risparmio energetico e richiedono un 10% in più di corrente.

Costi di acquisto e risparmio generato dall’uso delle lampadine a risparmio energetico:
Diffidate dalle lampadine a risparmio energetico a prezzi competitivi, quelle economiche infatti hanno una durata ed un rendimento nettamente inferiore. Delle ottime lampadine a risparmio energetico, realizzate da marchi “sicuri”, costano mediamente intorno ai 10 euro. Anche se i costi delle lampadine a risparmio energetico sono decisamente più sostenuti rispetto alle tradizionali lampadine ad incandescenza, i vantaggio sono tantissimi. Si va dalla ridottissima presenza di mercurio, alla ridottissima emissione di CO2, passando per la lunga durata di vita della singola lampadina a risparmio energetico pari a dieci lampade a incandescenza. In termini di consumi poi la differenza è enorme: per 10.000 ore d’impiego ciscuna lampadins ad incandescenza consuma 90 euro di elettricità e 390 chilogrammi di CO2, mentre la lampadina a risparmio energetico consuma solo di elettricità e 18 euro e 78 chilogrammi di CO2. Per meglio comprendere il risparmio basta fare il conto delle lampadine che abbiamo in casa.

Lampadine a led
:
I Led, diodi che emettono luce, attualmente in commercio risultano essere ancora molto costosi rispetto alle lampade alogene o a risparmio energetico. Nei prossimi anni però le vendite dei Led per uso domestico sono destinate ad aumentare sensibilmente. Per il momento, però, concentriamoci sulle più abbordabili alternative.

Smaltimento lampadine a risparmio energetico:
Molto importante è lo smaltimento delle lampadine a risparmio energetico, che nonostante siano prove di mercurio sono però considerati rifiuti tossici. E’ quindi necessario non smaltirle tra i rifiuti domestici ma rivolgersi presso centri di riciclaggio e rivenditori che ritirano gratis le lampade a risparmio energetico.

Scoprite anche tutte le altre Guide di Tuttogreen.

Ti è piaciuto questo articolo?
           

Lascia un Commento

{ 3 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

ezio marzo 24, 2012 alle 7:00 pm

Posso essere solo felice che vengano adottate misure del genere.
Meglio sostituire l’obsoleta e costosa tecnologia ad incandescenza:
infatti le uniche lampade ad incandescenza sono solo delle rimanenze.

http://www.doritaly.it lampade a led

Rispondi

EURO RISPARMIO ONLINE gennaio 26, 2011 alle 11:35 am

Risprmiare e anche usare lampadine a risparmio energetico convenienti ed a buon prezzo non sempre quelle di marca che costano di più sono le migliori? quelle di nuova concezione sono tutte nella media ed anche forse migliori di quelle pagate il doppio di prezzo e durano di più.

Rispondi

Oscar gennaio 17, 2011 alle 6:39 pm

[...nuove lampade a risparmio energetico va detto che quest’ultime risultano essere prive di mercurio...]

Quest’affermazione non è vera, se, come si evince dal contesto, ci si riferisce alle “lampade a risparmio energetico” come lampade fluorescenti compatte.

Rispondi

Lascia un commento


otto × 9 =