10 alimenti che aiutano le difese immunitarie

di Alessia del 12 agosto 2013

Scopriamo insieme i 10 alimenti che aiutano le difese immunitarie, tutto in modo naturale e senza bisogno di chimica.

Molti alimenti possiedono proprietà benefiche spesso sottovalutate. Seguendo questo principio, Dave Grotto, nutrizionista americano, ha pubblicato un libro che ognuno di noi dovrebbe avere in casa e consultare all’occorrenza, in cui presenta una serie di suggerimenti per curare i nostri malanni in modo naturale, evitando di ricorrere a farmaci che oltre ad essere costosi hanno anche una serie di effetti collaterali: s’intitola “101 Foods That Could Save Your Life” (“101 cibi che potrebbero salvarti la vita”).

Ma ora è il momento di andare in dettaglio e analizzare uno per uno i  alimenti che aiutano le difese immunitarie:

Iniziamo dall’aglio fresco, che contiene la allicina, una sostanza che svolge un potente effetto antibiotico, antimicrobico e antifungino. Se usato costantemente, magari rischierete di far allontanare qualcuno, ma in compenso ridurrete del 46% il rischio di beccarvi un raffreddore. Bastano 2 spicchi d’aglio al giorno e le difese immunitarie vi ringrazieranno.

SPECIALE: i rimedi naturali per il raffreddore

La teanina invece è un amminoacido contenuto nel té nero capace di rinforzare il nostro sistema difensivo naturale. Una ricerca condotta dai ricercatori di Harvard ha dimostrato che ne bastano 5 tazze al giorno. Per gli amanti del té verde invece ricordiamo che la catechina sarà il vostro alleato contro i radicali liberi. Diventerete un pò nervosi ma ne vale la pena…

SCOPRI ANCHE:

I funghi contengono un alto quantitativo di selenio e di beta-glucano: il selenio è tra i responsabili della produzione di citochine insieme ai globuli bianchi; il beta-glucano attiva i globuli bianchi contro le infezioni e aiuta la rigenerazione dei tessuti danneggiati.

La vitamina D è importante per prevenire infezioni alle vie respiratorie superiori, quindi fate il pieno di salmone che ne contiene in gran quantità. Ne basta una porzione al giorno nei periodi dell’anno in cui vi sentite più esposti al rischio di ammalarvi.

L’intestino è uno degli organi di cui dovremmo maggiormente prenderci cura attraverso un consumo quotidiano di fermenti lattici vivi, quindi via libera agli yogurtricchi di probiotici e prebiotici.

Per la vitamina A potete fare affidamento a tutti gli alimenti che contengono i precursori della vitamina stessa, cioè i beta-carotene. Li trovate nelle patate, le zucchine, le carote, i tuorli d’uovo.

Mandorle, germe di grano e semi di girasole sono ottimi per fare il pieno di vitamina E e delle sue proprietà antiossidanti.

La vitamina C invece è contenuta nelle fragole e pensate che una tazza al giorno vi assicura il 160% della razione giornaliera raccomandata. In più attenua i sintomi del raffreddore molto più delle arance, anche se in pochi lo sanno. Se avete bisogno di zinco correte ad acquistare le ostriche, ne basta una sola di dimensioni medie per garantirvi il fabbisogno quotidiano.

Ed infine per i più golosi, una gustosa notizia dal British Journal of Nutrition: il cioccolato fondente è direttamente responsabile dell’aumento dei linfociti-T., grazie ai quali il nostro corpo è capace di debellare anche le nuove infezioni.

Adesso non resta che correre dal nostro fruttivendolo di fiducia per fare un pieno di salute!

Per maggiori approfondimenti, leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *