I giovani, una generazione di eco-responsabili

di Claudio Riccardi del 5 novembre 2012

Buone notizie per il nostro futuro! Abbiamo davanti  una generazione che, dovendo affrontare di petto la contingenza globale di crisi economica e ambientale, reagisce con un umanesimo responsabile e riscopre i valori fondamentali della convivenza civile, sviluppando una sensibilità particolare per la natura che ci circonda.

Parliamo dei Millennials, i giovani nati tra il 1980 e il 1999, che vivono in prima persona questa onda lunga di cambiamento e che un domani saranno la colonna portante della società. Giovani che la Camera di Commercio degli Stati Uniti  tratteggia come eco-responsabili, più propensi a investire i loro risparmi negli studi e in spese sanitarie, piuttosto che in beni di consumo costosi e poco redditizi.

SCOPRI ANCHE: 10 Smart Cities del futuro: verde e tecnologia a misura d’uomo

Per esempio, l’auto di proprietà non è più una priorità per i Millennials, che preferiscono spostarsi a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici, o all’occorrenza noleggiando un veicolo, anche elettrico.

Un risultato che ha poco di miracoloso, piuttosto è  influenzato dal caro-benzina e da un approccio più intelligente rispetto alle esigenze di mobilità. Crescono le pratiche di condivisione, si risparmia denaro e anche la natura e la qualità dell’aria ci guadagnano.

I Millenials, chiamati anche Generazione Y,  sono una classe presente ormai anche della società italiana. Alcuni critici parlano dello sgorgare di un umanesimo responsabile, di una nuova società interconnessa 24 ore al giorno ma con le idee saldamente ‘piantate’ nella tradizione.

VAI A: Tecno-futuro: è possibile avere energia infinita dallo spazio…

Un umanesimo dove l’ambiente e la Natura e tutto quello che ne fa parte, con anche la sua conservazione, assurgono ad un ruolo centrale.

Questo è di buon auspicio per il futuro della Terra e dell’Uomo. Le giovani generazioni cominciano ad essere sempre più consapevoli che dei rischi a cui stiamo andando incontro ed a cercare fattivamente soluzioni.

Leggi anche:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *