Idea francese: una gallina domestica per diminuire i rifiuti di casa

di Maura Lugano del 27 marzo 2013

Dalla Francia arriva la notizia di una particolare iniziativa per favorire lo smaltimento autonomo e completamente naturale dei rifiuti domestici, si tratta di un sistema piuttosto curioso ma che, nella sua applicazione pratica, potrebbe indurre anche i più pigri alla raccolta differenziata degli scarti di cucina, il famoso ‘umido’.

Il sindaco di un paese francese di 206 abitanti, Pincé, nella regione della Loira , ha investito nell’acquisto di 62 galline che ha dato in adozione alle famiglie che volontariamente hanno aderito al progetto (con un investimento in proprio di ben 1 euro…) il cui scopo è sfruttare il grande appetito delle galline per eliminare e riciclare i rifiuti domestici.

FOCUS: Il rapporto tra l’incenerimento dei rifiuti e la raccolta differenziata

L’idea è venuta pensando all’economia rurale del passato, quando ogni famiglia contadina possedeva delle galline che liberamente si cibavano degli scarti di cibo che di certo non venivano buttati!

L’applicazione pratica di questo sistema permette di riciclare, in modo completamente eco-compatibile, circa 150 kg di rifiuti annui a gallina, che è un ottimo quantitativo, per non parlare del vantaggio che ciascuna famiglia ha di ritrovarsi con delle uova fresche direttamente a casa…

UN’IDEA DIVERTENTE! Ora il nano da giardino è compostabile

Non meno importante dal punto di vista sociale ed educativo, è che finalmente i bambini imparano che le uova non sono prodotte dal supermercato, ma sono il risultato di un processo naturale e arrivaano da questo animale da cortile.

L’esperienza positiva del paese di Pincé  ha contagiato poco per volta altre località francesi e, chissà, magari qualcuno di noi potrebbe suggerirlo agli amministratori del proprio comune di residenza, oppure prendere l’iniziativa in proprio, specie se si abita fuori dall città, considerando che il vero problema della gallina ‘domestica’ sono le deiezioni che vanno comunque smaltite in qualche modo. E sono un fantastico fertilizzante naturale per l’orto e il giardino…

LA CONOSCI? Raccolta sotterranea dei rifiuti: è già realtà

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *