Idee per cucinare gli scarti di verdura e di frutta

di Elle del 19 settembre 2014

Nonostante stia sempre più prendendo piede la raccolta differenziata, occorre anche cercare di non sprecare e di puntare alla riduzione della produzione di rifiuti soprattutto quando questi ultimi possono offrire ancora benefiche risorse; si può ad esempio imparare a cucinare gli scarti di verdura e di frutta per limitare lo spreco alimentare.

È il caso delle bucce di frutta e verdura che, prima di finire nella pattumiera, possono essere sfruttate come alimenti ricchi di sostanze importanti come flavonoidi, carotenoidi e antiossidanti, utili per assicurare il benessere dell’organismo.

E’ bene ricordare che la frutta e la verdura deve essere biologica o da agricoltura biodinamica, perché le bucce e le foglie sono la parte più esposta ai pesticidi.

Per poter sfruttare a pieno le proprietà benefiche della cipolla, ad esempio, è possibile utilizzarne le bucce per la preparazione di zuppe e minestre per poi eliminarle una volta terminata la cottura; in questo modo si potrà regolare la pressione arteriosa e ottenere un’ottima pietanza dall’elevata efficacia antinfiammatoria.

Scopri tutte le nostre ricette con gli avanzi

Anche le bucce di frutti come il melone e l’arancia possono essere impiegati insieme alla loro polpa per ottenere un ricco e gustoso frullato, ricco di vitamine e fibre.

Altri ‘scarti’ ottenuti pulendo i broccoli possono essere recuperati: le foglie, infatti, possono essere aggiunte durante la cottura di questi ortaggi, mentre i gambi sono da gustare crudi.

Nella preparazione delle insalate, inoltre, è bene non eliminare le foglie dal sedano in quanto ricche fonti calcio, magnesio, vitamina C e acidi fenolici.

Un altro buon modo per non sprecare consiste nel riutilizzare le foglie dei ravanelli per realizzare un ottimo pesto, alternativo a quello classico con le foglie di basilico; bucce tritate di cipolle, carote e patate, inoltre, rappresentano ingredienti da recuperare per la preparazione del brodo vegetale fatto in casa mentre con le bucce dei limoni non trattati si può preparare un gustoso limoncello.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *