Idee per vacanze in bici 2016

by Elle on 24 giugno 2016

Vacanze in bici 2016: sia l’Italia che l’Europa sono una ricca miniera di proposte ciclo-turistiche per godersi un turismo lento ed eco-sostenibile.

Le vacanze in bici nel 2016 rappresentano una valida opzione per programmare i meritati periodi di riposo durante l’estate: per molti l’obiettivo è quello di recuperare le energie e ridurre lo stress accumulato nel corso dell’anno, recuperando ritmi lenti e piacere nel fare le cose. Nell’ottica di un turismo che si nutre di momenti, la bicicletta rappresenta un compagno di viaggio ideale per assaporare paesaggi, cultura e conoscere nuove persone.

A dispetto di quanto si possa immaginare, i viaggi in bici non sono un’opzione così complicata per una vacanza, anche in presenza di bambini; si può optare per percorsi in Italia o all’estero, decidendo di affidarsi a qualcuno per una perfetta organizzazione del viaggio o gestendolo in totale libertà.

Potrebbe interessarti anche: Parigi-Londra in bici con la super ciclabile europea

Idee per vacanze in bici 2016

Vacanze in bici in Italia

Partiamo dalle proposte pensate per chi preferisce rimanere nel Belpaese spostandosi in sella per conoscere le nostre località di mare o di montagna. Non occorre necessariamente essere dei provetti ciclisti per cimentarsi in un itinerario di viaggio su due ruote e anche l’Italia può offrire molte occasioni di cicloturismo.

Cilento. Questa terra propone diversi percorsi, che attraversano paesaggi straordinari e siti archeologici importanti, con la sicurezza di pochissimo traffico in buona parte dell’itinerario prescelto, ideali per chi ama stare a contatto con il mare e la natura. Si attraversa anche l’omonimo Parco nazionale, per immergersi nelle tradizioni di questo territorio, dalle rovine dell’antica Paestum ai antichi centri della Magna Grecia. Per scoprire di più, vai al sito visitcilento.com.

Potrebbe piacere anche la nostra guida sul cicloturismo e le vacanze in bici

Dolomiti: per i patiti della montagna, invece, è consigliata una ciclo-vacanza sulle Dolomiti, per gustare appieno delle bellezze di questa regione, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, e al contempo fare sport. Si può scegliere di percorrere la ciclabile delle Dolomiti per fare un’esperienza alla portata di tutti, che permetterà di vivere un itinerario di 47,5 km costellato da cime maestose e di conoscere luoghi densi di storia, da Dobbiaco a Pieve di Cadore, passando per Cortina, San Vito di Cadore e Calalzo, lungo una ciclabile realizzata sul percorso dell’ex ferrovia che tocca alcune fra le più belle località del Bellunese. Oppure si può scegliere di seguire

Via Francigena: sebbene nasca come itinerario per cammini di pellegrinaggio, la via Francigena costituisce un percorso che si può intraprendere anche in bicicletta battendo così il celebre cammino che porta da Canterbury fino a Roma.

Idee per vacanze in bici 2016

Salento: i cicloamatori alle prime armi, che rischiano di scoraggiarsi all’idea di un percorso caratterizzato da rilievi e salite potenzialmente impegnative, possono optare per territori pianeggianti come quelli del Salento (sia nella parte interna che in quella costiera).

Versilia: da Forte dei Marmi al Lido di Camaiore, passando per Viareggio, si può intraprendere un facile tour in bicicletta che unisce i principali centri della Versilia, percorrendo il rettilineo del lungomare e cimentandosi nell’esplorazione delle strade dell’entroterra.

Costa abruzzese: andare su due ruote lungo la costa abruzzese sarà presto molto semplice grazie al progetto del Bike to coast, che prevede di rendere ciclabile un intero tracciato di 131 chilometri; in alternativa, oggi si possono percorrere 60 chilometri da Pescara a Martinsicuro, in provincia di Teramo, lungo le piste ciclabili già esistenti.

Costa adriatica: grazie alla lunga ciclovia adriatica, che collega Trieste con S.Maria di Leuca, potrete percorrere tutti i 1.300 km di riviera, passando tra lunghe spiagge delle Marche, della Puglia e dell’Abruzzo, interrotte solo dal Monte Conero, fino a perdersi nel Delta del Po e tra le lagune del litorale Veneto, su fino al Trieste. Fa parte  del percorso europeo EuroVelo 6.

Treno+bici: ecco un’altra idea interessante, ideale per la famiglia, per le vacanze in bici del 2016, l’abbinamento treno più bici è ormai incentivato anche dalle ferrovie statali (sia Trenitalia che Italo Treno) che da quelle regionali. Sui treni nazionali, infatti, si ha la possibilità di trasportare bici gratuitamente se contenuta all’interno di una sacca con dimensioni massime 80 x 110 x 40. Su quelli locali si può viaggiare sulle piste ciclabili e poi caricare la bici, come per esempio il Dolomiti Express, che permette di viaggiare con la propria bici aggiungendo 2 € al costo del biglietto.

shutterstock_183989522

Vacanze in bici con bambini

Anche i più piccoli possono imparare fin da subito la passione per le due ruote grazie a iniziative che puntano allo sviluppo di una mobilità sostenibile, come quelle di Bimbinbici organizzate da FIAB. Sarà sorprendente verificare il loro entusiasmo nello stare a contatto con la natura e la loro resistenza nel percorrere chilometri per raggiungere le varie località.

Ferrara: una proposta concreta di viaggio per rimanere entro i confini nazionali è questa splendida città medievale e rinascimentale, costellata dal verde dei suoi parchi, che può essere facilmente visitata a bordo delle due ruote grazie alle piste ciclabili che circondano le mura cittadine.

Castelli della Loira: per uscire fuori dall’Italia, le famiglie con bambini possono pensare a questo percorso ciclo-turistico immerso nel verde alla scoperta dei castelli, come quelli delle favole, da contemplare durante le soste. Info specifiche sul sito dell’ente turismo francese.

Da Linz a Vienna: percorrendo la ciclabile lungo il Danubio, si potrà realizzare un facile percorso diviso in più tappe inoltrandosi tra le strade della campagna austriaca e scoprendo paesini arroccati per poi giungere nei fasti della capitale imperiale. Per info sull’Austria in bici consultate questo sito.

Olanda: per una divertente vacanza in bici adatta alle esigenze di tutta la famiglia, un’idea può essere la visita nella terra della bici per eccellenza, l’Olanda. Si potrà scegliere tra tantissime proposte anche prendendo spunto dal sito dell’ente turistico olandese. Potete optare per un giro nei dintorni della cittadella universitaria medievale di Utrecht, oppure farvi il giro dei polder, i campi strappati all’oceano per mezzo di dighe, o ancora pianificare un tour della costa olandese lungo fino a 570 km!

Bici+chiatta sui canali: oltre a treno e bus, un altro metodo per farsi una bella vacanza è la classica chiatta che percorre i canali del nord Europa in particolare di Francia, Belgio e Olanda, la pénichette. Potrete percorrere di giorno tratti facili e pianeggianti con i bambini e fermarvi a dormire sul battello, che è una vera e propria house boat, passando da un canale all’altro con l’aiuto di chiuse. Ecco alcuni siti che affittano la pénichette: fluvialtour e alphaboat.

Idee per vacanze in bici 2016

Scopri la… Ciclovia europea da Grado a Salisburgo

Vacanze in bici in Europa

I viaggiatori che amano andare all’estero, approfittando di un periodo più lungo di ferie, potranno essere notevolmente accontentati dal ricco programmi di viaggi.

Europa: un’idea di viaggio per utilizzare la bici in modo comodo è quella di abbinarla alla barca, all’interno di un gruppo ma anche da soli, per muoversi in località estere tra Olanda, Francia, Belgio e Croazia (a bordo di battelli); si può contare su varie proposte di viaggio per tour europei.

Ciclovie d’acqua: si può seguire il percorso in tre stati (Germania, Lussemburgo e Francia) lungo le ciclovie dell’acqua alla riscoperta dell’importanza storica rivestiva dai canali navigabili nel cuore dell’Europa.

Grecia: per chi non vuole rinunciare al mare si può partire per la Grecia all’insegna d una vacanza a contatto col mare e la natura, in località distanti dal turismo di massa. D’altra parte le località greche offrono anche l’opportunità di coniugare il relax delle località naturali con il loro ricco e maestoso patrimonio storico.

Treno+bici: sui treni internazionali le bici possono essere trasportate negli appositi spazi pagando un supplemento a bordo di circa 12 euro oppure si può approfittare del trasporto gratuito.

Eurovelo: l’ECF (European Cyclists Federation) da anni promuove la rete europea di percorsi ciclabili ‘Eurovelo‘, che ci sviluppa in quasi tutti gli Stati europei, e nel tratto italiano è stata implementata dalla FIAB con la rete ciclistica italiana bicitalia. Si tratta di percorsi adatti ai più preparati a percorrere molti km in sella, e offre l’opportunità di visitare sette capitali: partendo da Galway, in Irlanda, si attraversa Regno Unito, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Bielorussia, Francia, Russia per un totale di 4.000 km percorsi all’arrivo a Mosca.

Vacanze in bici in Europa

Vacanze in bici in Europa

Ecco tutti gli ultimi modelli e i prezzi delle bici elettriche 2016

Vacanze in bici nord Europa

Una menzione d’onore per il turismo lento e del tutto eco-friendly spetta ai Paesi del nord-Europa, che si contraddistinguono per l’incentivo costante allo spostamento su due ruote, non solo durante il periodo estivo o per motivi turistici.

Danimarca:  questo Paese spicca tra le nazioni green che fanno del rispetto per l’ambiente un valore quotidiano; il piccolo territorio danese è un terreno di prova ideale per chi ama cimentarsi in vacanze in bici nel 2016 grazie all’ampia opportunità di percorsi su due ruote con cui godersi la visita delle località turistiche. La Danimarca si rivela una destinazione ideale per gli appassionati delle due ruote grazie ai suoi 12 mila chilometri di piste ciclabili segnalate, caratterizzate da lievi pendii, natura incontaminata e breve distanza tra le località d’interesse turistico. Per maggiori informazioni, visitare questo sito.

Svezia: anche questo Paese del Nord si mostra amico delle due ruote con i suoi percorsi ciclabili, segnalati con tre differenti colori (verde per i percorsi nazionali, nero per i sentieri regionali e blu per quelli locali). Le città svedesi sono altresì accoglienti nei confronti dei cicloamatori, a cui garantiscono piste ciclabili e uffici turistici con mappe e consigli su mete e località di interesse. Per ulteriori informazioni, cliccare qui.

Norvegia: in questo Paese, noto per i suoi meravigliosi fiordi, i ciclisti sono benvenuti grazie ad una serie di strutture (alberghi, centri informazioni) e  e servizi (kit di riparazione, parcheggi sicuri per bici, informazione sui percorsi nelle vicinanze) che ne facilitano la permanenza. D’altra parte, bisogna sottolineare come, a differenza di altri posti, la Norvegia si contraddistingua per tratti in salita, con discese ripide e terreni accidentati, alternati a tratti pianeggianti: pertanto si tratta di un’esperienza consigliata per chi gode di ottima salute e ha un certo allenamento alle spalle nell’utilizzo delle due ruote per i percorsi più avventurosi caratterizzati da panorama mozzafiato. In alternativa, si possono godere i fiordi norvegesi lungo alcuni tratti dei numerosi itinerari turistici nazionali e viaggiando con la nave postale per passare da una località all’altra senza faticare troppo. Per saperne di più, ecco il sito ufficiale del turismo.

Finlandia: principalmente pianeggiante, il territorio finlandese è costellato da numerosi boschi e laghi, che ne fanno una delle mete ideali per un viaggio a stretto contatto con la natura in sella ad un mezzo a costo zero come la bici. Del resto, la capitale Helsinki è una città in crescita, che sta incentivando forme di mobilità sostenibile con progetti di piste ciclabili a senso unico e corsie ciclabili. Per gli appassionati cicloamatori, inoltre, si consiglia di esplorare una regione poco conosciuta della Finlandia, Uusimma occidentale, che offre paesaggi spettacoli e mete da visitare tra strade di campagna.

bikes-in-copenhagen

Vacanze in bici Nord Europa

I nostri consigli per scegliere una bici da viaggio

Vacanze in bici organizzate

Sul sito Andiamoinbici, la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) troverete anche tante idee per decine di iniziative cicloturistiche per l’estate 2016.

Per una vacanza facile in bicicletta, si può optare anche per un viaggio organizzato da vari tour operator come Girolibero e Verde Natura che suggeriscono oltre 300 itinerari selezionati in Italia e in Europa.

Anche altre agenzie, come dueruotenelvento e Jonas, propongono viaggi su misura da organizzare in base alle proprie esigenze: individuali o di gruppo, gli itinerari sono pensati per chi ama l’idea di usare le due ruote per assaporare paesaggi e bellezze artistiche nell’ottica di una vacanza lenta; ci sono anche itinerari cicloturistici in Italia e in Europa, ma non mancano le opzioni intercontinentali, come i viaggi in bici a Cuba o in Vietnam.

Esistono poi interessanti alternative per rendere davvero speciale il periodo di vacanza:

Bici+barca: tra le idee più allettanti vi è anche un suggestivo mix tra bici e barca: dopo aver trascorso la giornata in sella, si può cenare e pernottare in una barca-hotel.

Bici+barca

Bici+barca

Bike-hotel: esistono strutture dotate di officina per le riparazioni della bici, che offrono anche assistenza ai cicloturisti, mappe, itinerari e un deposito attrezzato al chiuso per chi decide di avventurarsi in questo tipo di vacanza. Sono organizzati in un network contraddistinto dal simbolo bike hotel. Per maggiori informazioni consultate i siti italybikehotels.com e cyclisthotel.com per le strutture italiane e roadbike-holidays.com per quelle europee.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *