Il Parco del Gran Paradiso ottiene certificato d’eccellenza

di Eryeffe del 15 aprile 2015

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso ottiene certificato d’eccellenza emesso dall’Unione per la conservazione della natura, l’ente internazionale più prestigioso per la governance delle aree protette.

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso entra ufficialmente nella élite delle aree protette più importanti del Mondo grazie allo Iucn – International Union for the Conservation of Nature che rappresenta il principale e più autorevole punto di riferimento internazionale per la conservazione delle aree protette – che lo ha ufficialmente iscritto nella green list delle aree protette mondiali che lavorano meglio sulla governance e la tutela ambientale.

Leggi anche:

Il prestigioso riconoscimento consacra uno dei patrimoni naturalistici più preziosi d’Europa su un palcoscenico internazionale di grande prestigio che premia anni di sforzi, attività e iniziative promosse per preservare alcune specie animali in via d’estinzione, tra cui lo stambecco alpino, ed evitare il declino della biodiversità del luogo.

Il Parco del Gran Paradiso è una delle 24 aree protette, sparse in otto Paesi del Mondo, ad aver ricevuto la certificazione perché in questi ultimi anni si sono distinte per l’efficacia e l’equità nella gestione.

Oltre al Gran Paradiso, la green list dello Iucn annovera 3 parchi colombiani, cinque francesi, due spagnoli, due kenyoti, sei cinesi, tre sudcoreani e due australiani. Conosciuto per la red list, cioè la lista rossa che ogni anno riassume la situazione delle specie animali e vegetali presenti in svariate zone della Terra, con la creazione della ‘lista verde’ dedicata alle aree protette più virtuose lo Iucn compie un altro passo importante in ambito ambientale.

 parco Gran Paradiso

Il Parco del Gran Paradiso ottiene certificato d’eccellenza: un altro traguardo importante per il decano delle aree protette in Italia

L’obiettivo è monitorare  l’efficacia delle loro attività e fornire un esempio virtuoso ad altre realtà più vulnerabili e meno solide. L’augurio è che quello del Gran Paradiso rappresenti un incentivo in più per tutti gli altri parchi italiani a potenziare le loro iniziative per raggiungere risultati egualmente apprezzabili sul panorama internazionale.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *