Il parco di Snowdonia, un suggestivo parco britannico

di Luca Scialò del 12 marzo 2015

Spesso e volentieri vi presentiamo parchi distribuiti in Italia e nel Mondo. Questa volta ci spostiamo nel Regno Unito, in Galles più precisamente, dove troviamo il Parco Snowdonia. Un autentico paradiso sulla terra fatto di ambienti incontaminati, profonde vallate, vette notevoli, fiumi, laghi, fitta vegetazione, flora e fauna.

Qui è possibile rilassarsi stando seduti ad apprezzare il panorama o mediante passeggiate. Ma anche fare sport con corsette, pedalate in mountain bike, scalando vette. Il tutto grazie agli oltre duemila Kmq di parco naturale. Ma il parco di Snowdonia ha anche qualcosa di fiabesco, con la presenza di castelli e giganteschi getti d’acqua.

Il parco di Snowdonia

Il parco di Snowdonia a volte presenta scenari da film…

Lo Snowdonia National Park, nel Galles nord occidentale, è il più grande parco nazionale della regione e ospita 100 laghi, 59 chilometri di splendida costa e spiagge immacolate, brughiere, paludi e 90 montagne. Questo Parco ospita anche due importanti pezzi dell’immenso puzzle della natura britannica: Snowdon, la montagna più alta d’Inghilterra con i suoi oltre mille metri, e Llyn Tegid, il più grande lago naturale del Galles.

Il parco di Snowdonia

Natura incontaminata: il biglietto da visita del parco di Snowdonia

Prima parlavamo di una ricca presenza di flora e fauna. Quanto alla prima, troviamo interessanti specie protette come la rara Lloydia serotina, presente anche sulle nostre Alpi con un esemplare molto simile: la Gagea serotina. Quanto alla seconda, l’elenco di animali è vasto e comprende molte specie animali che già conosciamo (almeno per sentito dire) come falchi, gracchi, falchi pellegrini, tordi, merli, pettirossi, scriccioli, gufi, cuculi, e ancora pipistrelli, scoiattoli rossi, tassi, donnole e puzzole.

Il parco di Snowdonia

Panorami mozzafiato del parco di Snowdonia

Ma ci sono anche specie più rare come il Coregonus pennantii, un pesce osseo d’acqua dolce appartenente alla famiglia Salmonidae. E perfino specie marine come foche, focene, delfini e tartarughe. Sebbene per queste ultime è meno semplice e bisogna essere fortunati.

Dopo avervi dato una descrizione per sommi capi del parco, giusto darvi anche qualche consiglio per quando sarete lì. Intanto la prima buona notizia è che non è previsto alcun biglietto d’ingresso per entrarci, ma bisogna stare attenti a come si muove, perché anche raccogliere o calpestare un fiore fa correre seri rischi con le autorità.

Il parco di Snowdonia

Un’altra bella istantanea dal parco di Snowdonia

Per quanto riguarda la visita in sé e le attività da svolgere oltre le succitate, bisogna aggiungere anche la scelta di treni a vapore per fare suggestivi e retrò tour del Parco. Mentre se si sceglie di fare escursionismo, sono consigliati i seguenti percorsi: Llanberis Path, Rhyd Ddu path e Snowdon Ranger Path.

Il parco di Snowdonia

Natura incontaminata e paesaggi fiabeschi: il parco di Snowdonia offre alcuni scorci davvero difficili da dimenticare

Per chi invece è già su un livello più esperto, consigliamo di scalare la montagna del Tryfan. Caratteristica di questa vetta è che in prossimità della cima c’è un suggestivo vuoto tra due rocce chiamate Adamo ed Eva. Per apprezzare questo scherzo della natura bisogna essere abbastanza atletici, giacchè per raggiungere tale vetta particolare bisogna “saltare”. Il che, secondo le guide, non è pericoloso, ma comunque è per pochi.

Insomma, come dicevamo nell’incipit iniziale, lo Snowdonia National Park è adatto a tutti i gusti: per sognatori, sportivi occasionali, escursionisti e scalatori esperti. Il tutto, per giunta, pure gratis…

Forse ti potrà interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *