Il primo albero di Natale che si illumina con i… cavoli!

di Jessica Ingrami del 17 dicembre 2013

Avete letto bene: a Londra, nella zona di Southbank, è stato installato un abete natalizio le cui luci sono alimentate da cavoletti di Bruxelles. L’invenzione si deve agli scienziati della Big Bang Fair & UK Young Scientists and Engineers Fair che hanno elaborato una batteria elettrica completamente biologica, in grado di funzionare grazie all’energia prodotta da circa 1000 cavoletti.

Natale si avvicina, facciamo che sia eco-sostenibile: gli addobbi

I led possono illuminarsi sfruttando l’acidità naturale di questi piccoli ortaggi: inserendo i cavoletti in cilindri e facendoli interagire con gli elettrodi di zinco e rame, si genera una reazione chimica che, per flusso di energia, è comparabile a quella generata dalle comuni pile. Per “accendere” l’albero di 8 metri di altezza sono state create 5 celle di alimentazione, contenenti ognuna 200 cavoletti, capaci di produrre 63 volt di energia.

 LEGGI ANCHE: Un tavolino di muschio che genera elettricità

L’aspetto “negativo” del progetto è legato al deterioramento dei cavoletti: infatti, questi continueranno ad illuminare l’abete solo finché rimarranno freschi, con il loro peggioramento, diminuirà la quantità di energia prodotta. L’autonomia sembra essere assicurata fino a Natale ma, nel peggiore dei casi, i cavoletti andati a male potranno essere rimpiazzati di volta in volta con altri appena colti.

SCOPRI QUESTE: Verdure energizzanti: come produrre energia elettrica da spinaci e silicio

Sean Miles, il costruttore della batteria, ammette, però, che esistono verdure ben più promettenti per avvalorare un progetto del genere: limoni e lime, infatti, contengono più elettroliti e sarebbero in grado di produrre più energia e più a lungo.

Inoltre, è innegabile che facciamo un profumo migliore!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *