Il Veneto nel 2015 vuole essere primo nella raccolta dei rifiuti

di Chiara Greco del 25 maggio 2013

Non sempre è vero il nostro ‘lamento’ nazionale: in Italia poche cose funzionano come dovrebbero. E la dimostrazione arriva dalla raccolta differenziata del Veneto. I dati rilevati da diversi enti, infatti, rivelano che la pratica di raccolta dei rifiuti sia in Italia stia funzionando, ed in particolare ci sono alcune regioni particolarmente virtuose.

Sono varie le classifiche stilate: Comieco, Legambiente,Istat e persino il Governo italiano, sono solo alcuni dei soggetti che evidenziano il buon andamento della raccolta rifiuti in varie zone d’Italia, rivolgendo la dovuta attenzione ad un tema importante per lo sviluppo ambientale ed economico del nostro paese.

LO SAPEVI? Il Veneto chiude le discariche!

Legambiente rileva che a livello nazionale più del 33% dei rifiuti urbani è raccolto in modo differenziato ma sono molte le regioni che investono in piani strategici per la gestioni dei rifiuti e i primi risultati di queste scelte lungimiranti, adottate alcune anni fa sull’onda di una sensibilizzazione ambientale, stanno dando i loro frutti.

I risultati non sorprendono più di tanto dal punto di vista geografico, visto che le regioni più virtuose sarebbero quelle che già gestiscono meglio il territorio.

La più virtuosa, in assoluto, sarebbe però il Veneto. E’ qui che infatti i dati sono molto positivi. Già nel 2011 aveva raggiunto il 50% di rifiuti raccolti in modo differenziato in quasi tutte le sue provicie, come previsto dalla pianificazione regionale e dalla normativa nazionale.

Leggi anche: Pannoli riciclati, succede al Centro di Riciclo di Vedelago

L’obbiettivo, per la regione veneta, ora è quello di raggiungere il 65% di raccolta differenziata dei rifiuti entro il 2015 e il 70% per il 2020, come afferma il presidente della regione Luca Zaia “le politiche ambientali della Regione stanno puntando su un modello di sviluppo che, oltre che alla tutela delle risorse naturali, sia sempre piu’ sostenibile. Ciò significa anche incentivare al massimo il recupero dei materiali raccolti“.

Ci auguriamo che altre Regioni seguano l’esempio del Veneto.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

*