In Olanda finalmente banditi gli allevamenti di animali da pelliccia

di Elle del 30 gennaio 2013

La sensibilità verso gli animali è cresciuta notevolmente negli ultimi tempi e per quanto la moda riporti di tempo in tempo in auge la pelliccia come ‘must‘ nell’abbigliamento, in tanti scelgono di rinunciare ad usarla.

Anche a livello legislativo si stanno ottenendo progressi sul fronte delle pellicce, come testimonia quanto accaduto recentemente in Olanda.

APPROFONDISCI: Le pellicce spiegate ai piccoli come si fanno e chi erano

Grazie a ‘Bont voor Dieren’, associazione animalista olandese, dopo 7 anni di battaglie è stato finalmente ottenuto uno storico risultato:  una legge che bandisce gli allevamenti di animali da pelliccia sul territorio nazionale.

Il divieto diventerà effettivo solo nel 2024 ma nel frattempo sarà necessario eliminare i 159 allevamenti di visoni, uccisi al solo di scopo di soddisfare la vanità umana.

VAI A: Cremona dice no all’allevamento dei visoni ma in Italia con’è la situazione?

Si tratta di una vittoria davvero molto importante a favore dei diritti degli animali se si tiene conto del fatto che l’Olanda, dopo la Danimarca, in cui verra introdotto il medesimo divieto nel 2024, è il secondo produttore europeo di pellicce di visone.

Non resta allora che augurarsi un ‘effetto domino’ anche nelle altre nazioni.

LEGGI ANCHE: Allevamenti di visone, ecco il loro impatto ambientale

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *