Il progetto di mega-orto sul tetto a Chicago vuole essere il più grande al Mondo

di Diana Marchiori del 8 dicembre 2014

A Chicago nasce un mega-orto sul tetto di una fabbrica di prodotti per la pulizia eco con una serra enorme per la coltivazione idroponica.

I prodotti per la pulizia ecologica e l’agricoltura urbana insieme per realizzare una serra idroponica sul tetto di 70.000 mq a Chicago: la Method, azienda di deodoranti ecologici, fogli per l’asciugatrice (tessuti di garza che negli essiccatoi aiutano a eliminare l’elettricità statica, ammorbidire e profumare i vestiti) e saponi venduti in bottiglie di plastica che prima erano rifiuti del mare, si è affidata a Gotham Greens, azienda agricola che progetta e gestisce dal 2011 fattorie urbane per coltivare prodotti freschi e genuini sui tetti in disuso di Chicago, per realizzare sul tetto della sua nuova enorme fabbrica di 150.000 m2 – il primo l’impianto manifatturiero sostenibile certificato LEED Platinum nel settore dei beni di consumo confezionati – un orto urbano gigantesco.

Potrebbe interessare: Coltivare la terra mentre si aspetta il treno: orto urbano sul tetto

La certificazione LEED è stata sviluppata dall’US Green Building Council, è volontaria e può essere applicata a qualsiasi tipo di edificio commerciale o residenziale. Concerne tutto il ciclo di vita dell’edificio, dalla progettazione alla costruzione. e promuove un approccio orientato alla sostenibilità, classificando le prestazioni degli edifici secondo alcuni elementi chiave come il risparmio energetico e idrico, la riduzione delle emissioni di CO2, il miglioramento della qualità ecologica degli interni, i materiali e le risorse impiegati, il progetto e la scelta del sito. Il sistema si basa sull’attribuzione di crediti per ciascun requisito.

L’impianto sarà alimentato da turbine eoliche e pannelli solari mentre abbondante luce naturale e tecnologie ad alta efficienza energetica ridurranno il consumo complessivo dell’edificio. Il tutto impiegando elementi di design sostenibili e materiali da costruzione certificati.

Il progetto s’inserisce in nuovo modo di pensare gli impianti produttivi promuove una sorta di “igiene industriale” perché sino strutture utili per le comunità in cui si trovano e in grado di fornire posti di lavoro ‘sostenibili’. Il centro di produzione sorge nel South Side di Chicago, una zona ‘difficile’, e sarà un’unione inconsueta tra fabbrica di prodotti per la pulizia ecologica e agricoltura urbana. L’intento è infatti di mettere a disposizione circa 100 posti di lavoro per destinarli ai residenti locali e rendere l’azienda agricola profittevole.

Leggi anche: Boston si fa il più grande orto sul tetto nel mondo

L’aspetto più interessante della fattoria è che sarà dedicata all’agricoltura urbana per dare beneficio alla comunità e l’elemento più importante è la sua serra idroponica – la più grande del suo genere al mondo – che è in grado di produrre ogni anno verdure e ortaggi freschissimi e privi di pesticidi da distribuire ai ristoranti e mercati agricoli di Chicago oltre alle comunità del South Side. Sarà la prima e più grande azienda agricola sul tetto che utilizza la tecnica di coltura idroponica per la sua produzione di ortaggi.

La coltivazione idroponica è una delle tecniche di coltivazione “fuori suolo” – anche detta idrocultura – che consente produzioni controllate sia qualitativamente che dal punto di vista igienico-sanitario presentando grandi vantaggi dove il substrato non è in condizione di far crescere la coltura in modo ottimale, come ad esempio roccia o terreni eccessivamente sabbiosi.  Utilizza l’acqua in misura minore rispetto alla coltura in terra, dimostrandosi davvero utile in situazioni di estrema scarsità idrica, laddove è quasi impossibile far crescere gli ortaggi. L’utilizzo dei fertilizzanti è mirato e non ci sono dispersioni nel terreno mentre quello di antiparassitari è decisamente ridotto.

Scopri anche: 

La scelta di utilizzare la coltivazione idroponica rispetto ai metodi tradizionali permette d’impiegano meno terra (venti volte di meno) e acqua (dieci volte di meno), eliminare i pesticidi e altri prodotti chimici inquinanti. Le strutture in cui crescono le piante sono controllate dal punto di vista climatico e sanitario, quindi non si può incorrere nel rischio di contrarre agenti patogeni come salmonella ed escherichia coli.

serra idroponica

Il mega-orto sul tetto in cui una serra ospiterà una coltivazione idroponica è un progetto di Gotham Projects per l’impianto produttivo della Methods

Si  prevede, inoltre, di dedicare 7 ettari del sito al rinnovamento della terra locale utilizzando alberi nativi (querce, noce americano) e piante perenni.

Le aziende agricole sui tetti sono molto di più di una soluzione creativa per l’agricoltura locale in ambienti poco ospitali, infatti sono diventati un elemento portante dell’agricoltura urbana, soprattutto in città sovrappopolate, con pochi spazi disponibili o con zone da riqualificare.

Si tratta di un grande progetto di riqualificazione ambientale in una zona cittadina degradata, per creare un’azienda agricola futuristica ma con tecniche antiche per produrre alimenti biologici.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *