Kalanchoe: cura e coltivazione di questa pianta

by Alessia on 15 settembre 2016

Kalanchoe: ecco una bella pianta da interni con fiori colorati e variopinti. Andiamo a scoprire come prendercene cura per favorire una bella fioritura.

La pianta di kalanchoe (o calancola) appartiene alla famiglia delle Crossulacee. È una pianta succulenta e se ne contano almeno 120 diverse specie.

Introdotta nel commercio nei primi anni del 1900, da allora ha conosciuto una rapida diffusione, considerata la bellezza estetica dei suoi fiori. È originaria del continente africano, in particolar modo del Madagascar, ma oggi è sparsa un po’ ovunque in tutto il mondo.

Kalanchoe cura e coltivazione

La pianta ama molto i raggi diretti del sole, quindi se volete una fioritura copiosa dovete posizionarla diretta verso sud, magari sul davanzale di una finestra. Non tollerano temperature inferiori ai 10°, quindi durante la stagione invernale dovranno essere riparate nel caso in cui decidiate di coltivarle in giardino.

Il terriccio dovrà essere umido, ricco di torba e ben drenato. Le irrigazioni dovranno ripetersi una volta alla settimana, ad eccezione del periodo invernale in cui potete diradare l’operazione ogni 20 giorni.

Le radici non hanno bisogno di grandi spazi, quindi possono essere coltivate in piccoli vasi o, nel caso di esterni, anche nei giardini rocciosi.

Dopo la fioritura, si consiglia di spolverare le foglie ed eliminare fiori e foglie secche. In generale, essendo una pianta grassa, non ha bisogno di particolari cure, quindi si presta bene alla vita d’appartamento.

Kalanchoe fioritura

La kalanchoe è una pianta brevidiurna, questo significa che fioriscono quando le giornate si accorciano. Questa caratteristica ha fatto sì che i vivaisti ne programmassero la fioritura in periodi notoriamente destinati al riposo vegetativo.

È molto frequente vedere piante di calancola fiorire in inverno, abbellendo giardini e davanzali con fiori colorati.

Andiamo a conoscere meglio le principali specie diffuse nel nostro territorio:

Kalanchoe o calandiva

Si tratta in realtà della Kalanchoe blossfeldiana, una pianta che raggiunge i 30 cm di altezza e presenta foglie con i margini dentati.

Comunemente fiorisce a primavera, ma sottoposta a forzatura dai vivaisti, può fiorire anche in inverno. I fiori sono a forma tubolare, di colore giallo, bianco, arancio o rossi.

Kalanchoe blossfeldiana

Esemplare di Kalanchoe blossfeldiana

Kalanchoe daigremontiana

La kalanchoe daigremontiana è in realtà una pianta nota per le sue proprietà antinfiammatorie. Alcuni studiosi hanno associato a questa pianta delle potenziali capacità curative contro i tumori.

Diffusa per lo più nell’America meridionale, in Italia è ancora una specie piuttosto rara. Le foglie sono lunghe e macchiate di colore bruno, ricche di piccoli germogli. Riesce a toccare anche un metro e mezzo d’altezza.

kalanchoe daigremontiana coltivazione

La kalanchoe daigremontiana presenta numerosi germogli

Kalanchoe thyrsiflora

La Kalanchoe thyrsiflora è una pianta molto decorativa che fiorisce a primavera, producendo piccoli fiorellini gialli che emanano un profumo dolce. Le foglie sono tipicamente corpose e con i bordi color rosa, che fanno da contrasto alle sfumature di verde.

Generalmente si sviluppa in grandi cespugli alti non più di 30 centimetri. Ideale per abbellire i giardini.

Kalanchoe thyrsiflora coltivazione

Pianta di Kalanchoe thyrsiflora

Kalanchoe beharensis

La Kalanchoe beharensis, se lasciata crescere liberamente, può svilupparsi fino a 60 centimetri di altezza. Le foglie sono ricoperte di una peluria che conferisce il classico effetto vellutato. I margini sono ondulati mentre i fiori, che sbocciano al termine dell’inverno, sono di colore giallo e con venature viola.

Kalanchoe beharensis coltivazione

Pianta di Kalanchoe beharensis

Kalanchoe rosalina

La Kalanchoe rosalina è in realtà una delle ultime varietà prodotte in esclusiva. I fiori si sviluppano a ombrello in piccoli mazzetti e possono essere di diversi colori, dal fucsia al giallo, arancioni o rosa.

Ideale per appartamenti o giardini esterni, è molto resistente contro le malattie.

Kalanchoe: malattie e parassiti

Anche questa pianta grassa può essere attaccata da parassiti e ammalarsi. Ecco quali potrebbero essere i rischi maggiori:

  • cocciniglia farinosa: questo animaletto si diffonde nella pagina inferiore delle foglie.
  • foglie ricoperte da macchie molli più chiare: potrebbe trattarsi del fungo Puccinia, che si diffonde in condizioni di grande umidità.
  • aree tendenti al marcio e foglie e steli avvizziti: la causa è del fungo Phytophthora.
  • aree necrotiche: il fungo Botrytis colpisce le foglie e  successivamente le ricopre di muffa.

Per intervenire in maniera efficace, esistono tanti antiparassitari naturali, completamente innocui per le vostre piante e spesso a costo zero.

Kalanchoe significato e simbologia

Regalare una pianta di questa specie porta con sè un messaggio molto gradito: il buon augurio per la casa. Inoltre i colori vivaci dei suoi fiorellini sono ideali per rallegrare e ravvivare ambienti, quindi rappresentano un dono prezioso, soprattutto da chi non ha molto tempo da dedicare alle piante.

Ecco le nostre guide su come coltivare le piante in maniera naturale:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *