Kefir proprietà, benefici e come farlo in casa

di Tennyson del 4 marzo 2017

Il kefir viene spesso confuso (erroneamente) con lo yogurt, di cui è sì parente, ma pur sempre di alimento diverso si tratta: vediamo quali sono le sue specificità.

Ottenuto dalla fermentazione di latte fresco da parte di particolari microrganismi, il kefir è una vera e propria istituzione nei paesi dell’Est Europa, Russia soprattutto. Ma la sua popolarità si estende all’Asia, fino alla Mongolia.

Anche nel Caucaso, Georgia ed Armenia in primis, il kefir è ritenuto un alimento dalle virtù mai abbastanza decantate e spesso viene indicato come un fattore importante nel spiegare la longevità di talune popolazioni dell’area.

In questi paesi, trovare al supermercato il vasetto di kefir nel reparto latticini è cosa di tutti i giorni da tantissimi anni.

Come consumare il kefir

Può essere degustato da solo, oppure con un po’ di muesli, cornflakes o miele. Può essere anche usato per fare dolci, salse o dessert. E’ ottimo a qualsiasi ora del giorno…

Insomma, un ingrediente indubbiamente versatile oltre che benefico.

kefir

Kefir con fragole: bontà e salute all’ennesima potenza

 

Comprare kefir in Italia

Da noi il kefir è relativamente poco conosciuto. Alcuni aficionados se lo preparano da soli. Si prepara facendo fermentare per un giorno latte fresco a temperatura ambiente coi granuli di kefir.

Già pronto lo si trova presso alcuni negozi biologici oppure in quei negozi di specialità alimentari russe e dei paesi dell’ex Unione Sovietica presenti specie nelle grandi città al Nord Italia.

Negli ultimi anni ha cominciato ad apparire anche presso alcune catene di supermercati. Chiaramente questo è il prodotto industriale, più precisamente uno yogurt di kefir, che non è esattamente la stessa cosa.

 

Le proprietà del kefir:

Il kefir ha un sapore molto fresco, leggermente più acido rispetto allo yogurt e una consistenza più liquida e frizzante: quest’ultima è una modalità che va per la maggiore soprattutto nei paesi del Caucaso.

Fondamentalmente, produce un’azione benefica verso la flora batterica intestinale e stimola naturalmente le difese immunitarie. Molto completa la descrizione dei suoi benefici che viene fatta nel sito kefir.it:

Oltre ai fermenti il Kefir contiene minerali e aminoacidi essenziali biodisponibili che aiutano a mantenere lo stato di salute dell’organismo. Le proteine di alto valore biologico presenti nel kefir sono meglio utilizzabili dall’organismo. Il triptofano, è un aminoacido essenziale abbondante nel Kefir che ha effetti sul sistema nervoso anche perchè il kefir contiene in abbondanza calcio e magnesio biodisponibili, che sono importanti minerali in grado di migliorare la funzionalita’ del sistema nervoso. Sensibile è anche la liberazione di treonina, prolina e lisina. Il Kefir fornisce ampia disponibilità di fosforo, che è uno dei più grandi elementi costitutivi del nostro corpo e aiuta ad utilizzare meglio i carboidrati, e le proteine per la crescita cellulare, per il loro mantenimento ed interagisce nell’accumulo e nella disponibilità energetica. Il Kefir è ricco in Vitamina B9 (acido folico), B12 (cobalamina), B1 (tiamina) e vitamina K. E’ un eccellente sorgente di biotina; queste vitamine del gruppo B aiutano l’organismo a meglio assimilare altre vitamine del gruppo B come B5 (acido pantotenico). Il rifornimento adeguato di queste vitamine agisce positivamente nella regolazione del sistema nervoso e del sistema renale, e sembrano in grado di promuovere la longevità. E’ un buon prodotto alimentare per le persone lattosio intolleranti perchè ricco di Beta-galattosidasi (lattasi) ed è povero di lattosio in quanto con la fermentazione ne è stato idrolizzato circa il 30%.

Come fare il kefir in casa:

Presto vi posteremo le foto e le istruzioni step-by-step della nostra ricetta casalinga. Nel frattempo vi rimando a quest’ottimo sito.

Ecco anche come ordinare online tutto il necessario per prepararlo a casa:

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

massimo valdagno agosto 25, 2011 alle 11:47 pm

si mi e’ piaciuto, mi piacciono tutti gli articoli che non parlano di violenza

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *