L’esercito ucraino addestra i delfini per trasformarli in macchine da guerra

di La Ica del 7 febbraio 2013

Non avevamo neppure finito di leggere che i delfini non verranno più utilizzati dall’esercito americano per scopi bellici (vedi l’articolo di tuttogreen Stop ai delfini ‘sminatori’, l’esercito USA adotta un robot), che ci imbattiamo in questa notizia.

Recentemente la RIA Novosti (l’equivalente russo dell’ANSA) ha dichiarato che l’Ucraina ha avviato piani di addestramento militare per delfini. I mammiferi saranno chiamati principalmente ad intervenire in fase di contrattacco e perpattugliare i fondali in cerca di mine e altri oggetti di interesse militare.

Un altro loro compito sarebbe quello di marcare il territorio con piccoli galleggianti illuminati che definiscano la posizione dei nemici, per mettere così in guardia i militari delle forze di difesa.

LEGGI ANCHE: The Cove: la strage dei delfini, fermiamola!

Al momento, secondo l’agenzia, “dieci delfini vengono addestrati per compiti speciali presso l’oceanario ucraino di stato, inparticolar modo per l’individuazione di oggetti sui fondali marini”. Ma non è finita qui: i cetacei verranno allenati ad attaccare il nemico subacqueo con speciali coltelli e pistole fissate sulle loro teste: “stiamo pianificando esercizi volti a difendere le nostre navi in porto o nei raid“, dichiara la fonte che ha rivelato la notizia.

L’addestramento di cetacei per scopi di guerra non è una pratica nuova né, purtroppo, sconosciuta. La prima foto di un delfino che disinnesca una mina risale al 1973 e numerose testimonianze chiariscono che i militari sovietici se ne servivano per trasportare esplosivi da installare sulle navi nemiche. In pratica, i mammiferi venivano allenati a riconoscere diversi tipi di navi dal rumore di motori ed eliche.

Inoltre venivano equipaggiati con siringhe piene di CO2 allo scopo distimolare la risalita in superficie dei nemici; un gas che può essere letale, specie sott’acqua.

SCOPRI ANCHE: Perù: delfini disorientati dai sonar delle navi in cerca di petrolio

Dopo la caduta dell’URSS , con la chiusura del programma militare legato agli animali-soldato, le strutture dove avvenivano gli addestramenti dei cetacei sono state dismesse e si ignora dove siano finiti i delfini-soldato russi.

Oggi se ne riparla per un Paese che è stato a lungo nell’orbita sovietica. Forse gli stessi addestratori hanno un nuovo lavoro?