La durata batteria dello smartphone è bassa? Ricaricalo con il suono!

di Jessica Ingrami del 30 ottobre 2014

Lo sappiamo tutti, il problema più fastidioso è la durata batteria dello smartphone: quest’ultima, infatti, ci abbandona sempre nel momento meno opportuno. Devono essersi ispirati a questo quando i ricercatori della Queen Mary University di Londra, in collaborazione con Nokia, hanno progettato il primo prototipo funzionante di cellulare in grado di ricaricarsi da solo.

Il dispositivo è delle dimensioni di un Nokia Lumia 925 ed è dotato di una innovativa tecnologia che trasforma il rumore ambientale in elettricità: per una volta, i fastidiosi suoni cittadini, come auto in corsa o lavori edili, potranno avere un aspetto positivo.

L’elemento chiave del progetto è l’ossido di zinco, un materiale piezoelettrico che produce energia quando sottoposto a stress meccanici, come quelli delle deformazioni indotte dalle onde di pressione dei suoni.

I ricercatori hanno iniziato rompendo l’ossido di zinco, e altri materiali, fino ad ottenere nanotubi e nanofili; questi ultimi, però, non erano ancora delle dimensioni adatte per essere inseriti in un cellulare. Grazie ad uno speciale procedimento, quindi, sono riusciti a spruzzare l’ossido di zinco su un foglio di plastica che, riscaldato a 90°C, ha provocato l’espansione dei nanotubi su tutta la superficie.

caricare cellulare

La durata batteria dello smartphone è bassa? Ricaricalo con il suono!

Alla fine degli esperimenti, questa tecnologia ha dato i suoi frutti: è stato possibile generare 5 volt di corrente elettrica e caricare la batteria di un cellulare. Tutto questo a partire da rumori di sottofondo, inclusi musica e voci umane. Così la scarsa durata batteria dello smartphone nonsarà più un limite!

Purtroppo non ci sono ancora notizie certe sulla possibile messa in commercio di questa tecnologia, ma si vocifera di un inizio di produzione fissato per il 2015.
Incrociamo le dita!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *