La superbatteria al litio è sempre più vicina: ricarica in meno di un minuto

di Magi del 20 novembre 2012

I dispositivi di accumulo di energia, più convenzionalmente noti a tutti come ‘batterie’, specie quelli in grado di fornire elevate potenze, hanno molteplici applicazioni nella vita di tutti i giorni, dai pc portatili, ai telefonini, fino ad arrivare ai veicoli ibridi e pure nelle energie rinnovabili.

Per questa ragione, un’équipe di scienziati dell’Istituto Nazionale di Scienza e Tecnologia di Ulsan (UNIST), in Corea, sta lavorando da tempo allo sviluppo di una batteria agli ioni di litio con capacità di ricarica in tempi brevissimi: secondo i primi dati sperimentali, la nuova batteria si ricaricherebbe da 30 a 120 volte più velocemente rispetto a quelle agli ioni di litio ‘tradizionali’ già in circolazione sul mercato.

VAI A: Una nuova alternativa alle batterie tradizionali batterie al metanolo

Di fatto, queste batterie sono già più piccole e leggere, più efficienti e veloci di quelle convenzionali ma la nuova tecnologia, secondo gli scienziati, potrebbe ridurre il tempo di ricarica addirittura… a meno di un minuto!

Secondo il documento ufficiale della ricerca attualmente in corso, pubblicato su ‘Nature Nanotechnology’, il prototipo coreano è stato realizzato immergendo il componente standard della batteria, cioè l’ossido di litio di manganese (LMO), in una soluzione contenente grafite.

Attraverso un processo di carbonizzazione, quest’ultima, impregnata di LMO, si trasforma in una fitta rete di tracce conduttrici che corrono attraverso il catodo. Le reti di grafite carbonizzato così formate agiscono in modo tanto efficace da ricaricare capillarmente, al pari dei nostri vasi sanguigni, ogni parte della batteria nello stesso tempo, ad un ritmo senza precedenti.

VEDI ANCHE: Nuova batteria al litio sperimentata da IBM aumenta moltissimo l’autonomia delle auto elettriche

Naturalmente, queste batterie con ricarica ultra-veloce, pur essendo destinate ad un sicuro successo specie sul mercato dei veicoli elettrici ad oggi penalizzati da tempi di ricarica molto lunghi, sono ancora una tecnologia in fase sperimentale e, pertanto, decisamente ancora troppo care: impossibile ipotizzare i tempi (che comunque sembrano non brevi) di una loro immissione sul mercato.

Ma che sogno (e che risparmio di energia!) anche solo immaginare, un giorno, di poter ricaricare il proprio pc o telefonino in pochi secondi e avere un’auto elettrica che riparte dopo la ricarica in pochi minuti!

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *

{ 1 trackback }