Ma il reggiseno è green?

di Chiara Greco del 31 gennaio 2013

La domanda è forse a trabocchetto? Stiamo forse per iniziare l’ennesima dissertazione sulla considerazione del ruolo della donna, magari questa volta nell’ecologia? Assolutamente no. Di tutti i comportamenti green, il reggiseno forse è l’ultima cosa a cui penseremmo e invece…

Davanti alle numerose varianti nei modelli e negli stili che il mercato della lingerie, non vale la pena di uno sforzo in più per scegliere un tipo di reggiseno che sia anche ecologico, oltre che fashion e comodo? Così facendo si potrebbe scoprire, ad esempio, che gran parte dei reggiseni imbottiti e push up in commercio sono costituiti di materiali acrilici e che derivano da attività di produzione non propriamente ‘amiche dell’ambiente’.

Ci piace avere forme più ‘abbondanti’? Allora perchè non scegliere un reggiseno fatto di materiali eco-sostenibili, come il cotone biologico, fibre derivate dalla canapa o dal bambù, seta biologica o altri materiali naturali, che ci potrebbero dare anche la soddisfazione di aver fatto la scelta giusta dal punto di vista ambientale.

Lo sforzo potrebbe valere la pena, anche perchè si tratterebbe di soffermarsi pochi istanti semplicemente a considerare le informazioni sul cartellino del prodotto scelto, davanti alle numerose opzioni che il mercato oggi ci offre.

Inoltre, dopo averlo indossato per molto tempo, quando arriva il momento di liberarsi del vecchio reggiseno, si può valutare di riciclarlo, come fa ad esempio l’associazione Bra Recyclers.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *