Mandarino, benefici e utilizzi in cucina e in cosmetica

di Rossella del 19 ottobre 2016

Sbucciare un mandarino e mangiare i suoi spicchi è un gesto salutare!

Il mandarino (citrus reticulata) è molto più piccolo dell’arancia, ha un sapore più dolce e una buccia decisamente più morbida, che talvolta si stacca dalla polpa prima che il frutto sia colto dal ramo, dandogli una forma ‘ammaccata’.

Potrebbero interessarti anche altri agrumi, non tutti tradizionali e originari del Mediterraneo:

Questi frutti appartengono alla famiglia delle rutacee e sono originari dell’Estremo Oriente. Forse non tutti sanno che il mandarino è un frutto originale mentre l’arancia è un ibrido, cioé il risultato dell’incrocio operato secolo e secoli fa tra mandarino e pomelo.

Mandarino

Oggi esistono anche tre ibridi che partono da questo agrume:

  • la clementina, ibrido con l’arancio amaro e mandarino, è senza semi ed è molto dolce, molto simile al mandarino, è quella che gli inglesi chiamano tangerine
  • il mandarancio, ibrido con l’arancia
  • il mapo, ibrido con il pompelmo

Sono tante le varietà, come quello cinese (detto anche kumquat), il tangerino, il cleopatra e il king. Differiscono un poco per il gusto, più o meno dolce.

L’albero ha foglie lucide di un bel verde smeraldo e un buon profumo, e riesce a produrre fino a 600 frutti l’anno, che maturano in autunno-inverno.

Mandarino

Proprietà e benefici 

E’ composto soprattutto da acqua, ed è un frutto poco calorico, ed è ricco di queste sostanze nutritive:

  • fibre: la presenza di fibre lo rende particolarmente indicato per la motilità intestinale e per la dieta perché molto nutriente e facilmente digeribile
  • zuccheri
  • sali minerali: abbonda in particolare in calcio,  indispensabile per le ossa, magnesio, regolatore della pressione arteriosa, e ferro
  • vitamine: è molto ricco di vitamina C, alcune vitamine del gruppo B, J, E, e la vitamina P, che favorisce la diuresi, oltre alla vitamina A (sotto forma di carotene, il suo precursore) e acido folico (vitamina B9), indicato per le donne in attesa

Perfino i semi, se masticati, contengono vitamine! E la polpa è la parte più ricca di vitamina C. Studi recenti lo attestano anche come antitumorale (in particolare per il tumore del fegato e dello stomaco) e protettore cardiaco; inoltre diminuirebbe del 20% la probabilità di ictus.

Utilizzi del mandarino

Si può mangiare fresco ma anche come candito o come ingrediente per i dolci, le marmellate e i liquori. Si può utilizzare anche nella preparazione di piatti salati di carne e pesce, e nelle insalate.

In cosmesi e fitoterapia si utilizza sotto forma di olio essenziale, ricavato dalla buccia, che non è commestibile, ma è ricca di limonane, un antiossidante dagli effetti antiage. E’ ideale per la cura della pelle, per le virtù depurative, ammorbidenti ed idratanti. Viene utilizzato anche come anticellulite perché facilita il riassorbimento dei liquidi.

Consigliato in casi di stress e tensioni nervose, stitichezza, ansia, ritenzione idrica, coliche e asma, è utile anche come antisettico ed antinfiammatorio.

Mandarino in Bottiglia - 355 ml
€ 2.11
Mandarino Bio - Olio Essenziale Puro - 10 ml
citrus reticulata
€ 16
Vivere a Lungo con l'Aiuto degli Agrumi - Libro
Conquistare il benessere grazie alle proprietà di frutti come limoni, lime, pompelmi e arance
€ 14

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *