Milano al top per inquinamento ambientale da farmaci

di Luca Vivan del 10 luglio 2013

L’uso scorretto dei farmaci di sintesi è sotto i riflettori da diversi anni per i numerosi effetti collaterali che provoca all’organismo umano. Recenti studi ne rivelano la pericolosità anche per l’ambiente.

Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università di Nijemegen (Olanda), con uno studio pubblicato sulla rivista Environment International, ha evidenziato l’impatto ambientale di medicinali antibiotici e antitumorali in tutta Europa, redigendo una lista delle aree più inquinate: Milano risulta al primo posto, seguita da Parigi, Londra, Cracovia e il bacino della Ruhr in Germania.

I farmaci raggiungono le acque e i terreni essenzialmente attraverso il loro scorretto smaltimento e le urine, dato che alcuni principi attivi non sono degradati dal nostro metabolismo.

LEGGI ANCHE: 

La ricerca ci avverte che le concentrazioni di medicinali nei terreni nella zona di Milano e nel resto d’Europa, seppur allarmanti, sono comunque inferiori a quelle necessarie per dare origine ad una reazione nel corpo umano. Un discorso diverso è la loro possibile interazione con altre sostanze anche nel lungo periodo, specialmente nel caso di persone più sensibili come i bambini e gli anziani, o il loro impatto sulla vita acquatica, come nel caso dell’ethinyl estradiol, un ormone sintetico, che è in grado di alterare il sesso dei pesci.

La situazione descritta dallo studio olandese non stupisce se consideriamo che nel 1999, nei 10 paesi più ricchi del pianeta, con circa il 17,5% della popolazione mondiale, il consumo farmaceutico era pari al 60% di quello globale.  Queste cifre sono in continua crescita  ma fortunatamente sono bilanciate dal parallelo aumento della spesa in medicinali omeopatici e fitoterapici, nonché di tutte le pratiche della cosiddetta medicina olistica che rivelano una maggiore consapevolezza di noi stessi e dei rischi dei nostri comportamenti per gli ecosistemi.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *