Molti animali non ce la fanno più ad adattarsi al global warming

di Claudio Riccardi del 18 febbraio 2013

Il clima cambia, sempre più d’improvviso, sempre più di frequente. Effetti del riscaldamento globale, che si fa sentire in maniera sempre più perentoria sottoponendo gli equilibri degli ecosistemi a prove drastiche. Il sottile equilibrio tra gli elementi e le specie viventi rischia però di saltare, ad esempio diverse specie animali oggi non riescono più ad adeguarsi in tempo a questi continui stravolgimenti.

L’allarme arriva da National Wildlife Federation, associazione ambientalista americana, che ha elaborato un rapporto circa gli effetti del global warming sulla biodiversità.

Secondo l’indagine, negli ultimi decenni sono emersi fenomeni nuovi nel mondo animale. Molte specie per esempio rispondono in modo differente ai cambiamenti in atto nelle stagioni, come l’arrivo anticipato della primavera, il prolungarsi delle siccità, o la mutata frequenza degli eventi estremi.

VIDEO: 130 anni di riscaldamento globale in un video di 30 secondi!

Ci sono animali che rispetto a prima si spostano più velocemente verso zone più fredde, dove incontrano specie autoctone con cui spesso entrano in competizione, con esiti spesso drammatici per la catena alimentare naturale.

Prove che per gli scienziati del NWF ritengono dimostrano come i cambiamenti climatici stiano già oggi  causando una riduzione delle popolazioni di animali, nonché alcune estinzioni localizzate. Un destino, quello dell’estinzione delle specie, che – lo diciamo con amarezza –  negli anni a venire sarà direttamente correlato all’aumento delle temperature. Un fenomeno che possiamo rallentare, ma non fermare.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *