Nasce il primo GAI, Gruppo d’Acquisto Ibrido

di Claudio Riccardi del 6 novembre 2012

Se l’unione fa la forza, il guadagno è garantito: per l’uomo e per l’ambiente. In principio, qualche anno fa, fecero la loro comparsa i GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale formati da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all’ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro.

Ora è il momento del GAI, il Gruppo di Acquisto Ibrido, che segue il medesimo principio ma ha per oggetto uno stock di auto ibride. Per la precisione si tratta del modello Toyota Yaris Hybrid, il veicolo a doppia alimentazione (benzina-elettrica) meno inquinante e assetato del mercato, capace di emettere nell’aria solo 79 gr di CO2 per chilometro, e nel contempo di percorrere ben 31km con litro di carburante.

SCOPRI ANCHE: Gruppi di acquisto solidale – GAS. Cosa sono?

Per ora, in Italia, si conta solo un GAI. L’ideatore e apripista risponde al nome di Luca Dal Sillaro, iscritto da tempo alla rete dei GAS. La sua idea – puntare sul numero degli acquirenti per ottenere un prezzo più vantaggioso – ha ottenuto il gradimento di oltre sessanta persone nella zona di riferimento, la provincia di Varese.

Dopo aver consultato le offerte di diversi concessionari, gli aderenti hanno individuato la proposta migliore, riuscendo ad ottenere uno sconto di 3.000 euro sul prezzo di listino grazie a un ordine di 16 vetture. L’acquisto di gruppo ha poi regalato altri benefit, come una riduzione del 40% sul prezzo dei pneumatici invernali e agevolazioni sull’acquisto di pezzi di ricambio.

VAI A: A tutto GAS, come aprire un gruppo di acquisto solidale e vivere felici

L’iniziativa dimostra che fare gruppo è un’ottima idea non solo per comprare generi alimentari ma può essere applicato a numerosi ambiti come viaggi e – non ci avevamo mai pensato – mezzi di trasporto.

E sottolineamo che a sorridere, oltre al portafoglio, è soprattutto l’ambiente, che può contare sulla circolazione di veicoli a impatto minimo. Il futuro del GAI, considerata anche la congiuntura economica che stiamo vivendo, non può che essere promettente!

Per saperne di più invitiamo a visitare il sito www.retegas.org

{ 1 comment… read it below or add one }

grhuppy novembre 6, 2012 alle 11:21 am

Salve a tutti, per creare dei gruppi di acquisto su auto che siano ibridi o metano, gpl, ecc, in maniera innovativa e divertente, ma sopratutto in modo totalmente gratuito, volevo indicarvi il sito http://www.grhuppy.com fatemi sapere cosa ne pensate, grazie.

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *