Nasce la prima strada fotovoltaica: si chiama Wattway

di La Ica del 5 marzo 2016

Wattway è la prima strada al mondo ad essere costituita da pannelli solari super resistenti. Si tratta di un tratto pavimentato da lastre sottilissime ma ultraresistenti in resina, che custodiscono celle fotovoltaiche in silicio policristallino. È un’iniziativa francese e a visto la luce dopo 5 anni di ricerche e collaborazioni tra l’Istituto Nazionale di Energia Solare (INES) e la società privata Colas, specializzata in infrastrutture di trasporto.

A differenza della SolarRoad olandese, Wattway sarà in grado di sostenere 20 anni di traffico pesante mentre cede energia adatta al consumo pubblico e privato.

Leggi anche: Ecco gli alberi solari per ricaricare il cellulare in strada

La resina impiegata è ad altissima resistenza alle sollecitazioni e agli sbalzi termici, anche se lo spessore della pavimentazione non supererà il centimetro, per questo Wattway può essere utilizzata anche per i rivestimento di parcheggi e zone carrabili.

I collegamenti elettrici passano attraverso una centralina dove si trovano degli inverter, ovvero gli apparati che trasformano la tensione continua così da illuminare lampioni, insegne dei negozi, ma anche uffici ed appartamenti, secondo il sistema della smart grid, ovvero le reti intelligenti che gestiscono il carico di tensione e il surplus di energia, distribuendolo in aree contigue.

smart_grid

Wattway può rientrare nel progetto di formazione di una rete del futuro, dove l’energia prodotta viene distribuita alla comunità

La produzione di Wattway è iniziata già nel gennaio scorso; la posa dei primi 100 mq pilota ha prodotto energia al costo di 6 Wattora, ed ora prenderà il via grazie alla rete distributiva di Colas, che dispiega varie agenzie sparse per tutto il territorio francese. L’istituto ha infatti già ricevuto moltissime chiamate da operatori della grande distribuzione, aziende di trasporto ed enti locali, interessati all’interessante innovazione.

Wattway, parte

Le celle fotovoltaiche di Wattway sono protette da un sottilissimo strato di resina che resiste a 20 anni di traffico pesante

D’altronde la messa in posa della nuova strada green non richiede alcun lavoro di ingegneria o spesa ulteriore: basterà incollarla sull’asfalto, dato che le dimensioni delle lastre sono standard e antiscivolo, quindi adattabili a qualunque carreggiata, in più però con venti metri quadri di rivestimento, Wattway sarà in grado di sopperire al fabbisogno di una famiglia media, ovvero a 5mila abitanti con un solo chilometro di strada.

Potrebbero interessarti anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *