Nespole proprietà, benefici e utilizzi

di Alessia del 25 luglio 2016

Nespole: tutti i benefici e gli utilizzi di questo frutto, grande alleato della salute e rimedio naturale.

Le nespole appartengono in realtà a due diverse piante, entrambe alla famiglia delle Rosaceae. Il nespolo comune (Mespilus Germanica) e il nespolo del Giappone, (Eriobotrya Japonica). La pianta del nespolo comune, di origine europea, è molto più piccola rispetto alla specie giapponese, che in realtà è originaria della Cina. 

I frutti sono maturi quando diventano morbidi e assumono un colore marrone scuro. Si raccolgono in autunno, ma sono buoni da mangiare solo a primavera, tanto che molti usano farli maturare all’interno di un cesto in casa.

Si calcola che la pianta del nespolo inizi a fruttificare dopo almeno 10 anni dall’impianto. I semi non vanno in alcun modo ingeriti crudi, perché sono tossici a causa della presenza di acido cianidrico.

nespole mature

Le nespole vengono lasciate a maturare nei cesti

Nespole proprietà

Le numerose proprietà delle nespole le rendono un frutto davvero prezioso per il nostro organismo. Si tratta di un vero e proprio rimedio naturale che aiuta a risolvere e prevenire tanti piccoli fastidi.

Sono ricche di vitamine, fibre e sali minerali e sono composte per l’87% da acqua. Per questo motivo le calorie delle nespole sono davvero minime. Pensate, appena 30 ogni 100 grammi! Sono ideali quindi per chi sta seguendo una dieta ipo-calorica.

Aiutano a combattere i problemi cardiovascolari grazie alla presenza di potassio, ferro, rame e manganese, che favoriscono il rinnovamento del sangue grazie alla maggiore produzione di globuli rossi.

È abbondante anche la presenza di vitamine A, B e C. La vitamina A nello specifico protegge la retina dell’occhio e previene la formazione dei radicali liberi, contrastando attivamente l’invecchiamento.

Contengono molte fibre che riescono a ridurre il colesterolo cattivo, legando gli eccessi di grasso. Tra queste, è rilevante la presenza di acido formico, che procura un senso di sazietà, limitando quindi la fame.

nespole proprietà

Nespole proprietà e benefici per il nostro corpo

Le grandi quantità di pectina aiutano invece contro la stipsi e riducono il rischio di tumore al colon, favorendo l’eliminazione di eventuali tossine. Se al contrario mangiate una nespola non ancora matura, otterrete un effetto astringente, utile quindi in caso di diarrea.

Le nespole sono anche diuretiche, per cui il loro consumo è consigliato nei casi di calcoli renali, gotta, iperuricemia ed emorroidi. Sono buone anche per abbassare la febbre, un antipiretico naturale da non sottovalutare.

Nespole utilizzi

Sono tanti gli utilizzi di questo frutto non solo in cucina, ma anche in ambito fitoterapico. Con la sua corteccia essiccata si possono preparare dei decotti contro le infiammazioni del cavo orale o la diarrea. Le foglie vengono invece utilizzate come rimedio naturale nei casi di tosse grassa: sono infatti mucolitiche ed espettoranti.

Inoltre, secondo la medicina cinese, le foglie possono essere considerate curative nei casi di mal di schiena, vomito, mal di testa, infezioni virali.

Non tutti sanno che questi frutti sono impiegati anche nell’ambito cosmetico. Sempre dalle sue foglie si estraggono principi attivi fondamentali per la creazione di creme contro i rossori e le infiammazioni.

Nonostante i noccioli siano considerati nocivi per il nostro organismo, da essi si ricava un liquore di nespole molto pregiato, chiamato nespolino.

Molto buona anche la marmellata di nespole:

  • Ingredienti: 1 kg di nespole, 800 gr di zucchero di canna e una mela.
  • Preparazione: il procedimento per la preparazione della marmellata è quello classico. Si dovrà tagliare la frutta e metterla a bollire con lo zucchero, per poi versarla nei vasetti sterilizzati, che andranno lasciati capovolti.
marmellata di nespole

Marmellata di nespole: tutta da gustare

Nespole controindicazioni

Ci sono alcune controindicazioni nel caso di consumo eccessivo di nespole. Nello specifico, l’assunzione di the e tisane provenienti dalle sue foglie deve essere sempre comunicato al proprio medico di fiducia, in quanto potrebbe interferire con l’assunzione di alcuni farmaci.

Approfondisci anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *