Non solo animali importati illegalmente ma anche carne esotica con grave rischio per la salute

di Claudio Riccardi del 3 marzo 2013

Con il trasporto aereo che oggi garantisce collegamenti capillari in tutto il mondo, si sono fatte strada nuove abitudini nel traffico di merci. Il crescente numero di immigrati dai paesi poveri in direzione delle economie più sviluppati ha portato con sé anche un incremento del traffico di carni esotiche.

Uno studio svizzero rivela che nel 2012 le autorità aeroportuali hanno sequestrato ben 300 chili di carne tra gli scali di Zurigo e Ginevra. Carne d’antilope, di scimmia, serpente o coccodrillo, proveniente sopratutto dall’Africa, dove viene parzialmente cotta sul fuoco a legna. Carne estremamente pericolosa per la salute.

E intanto in Svizzera: I verdi svizzeri sostiengono referendum contro l’immigrazione per motivi ambientali

Le analisi dell’Ufficio Federale di Veterinaria della Svizzera hanno rilevato in queste carni la presenza di Sars, Ebola, HIV, e di un patogeno ancora non bene identificato, che subito ha fatto suonare tra le autorità il campanello d’allarme.

Per questo motivo le ricerche sono state diffuse in altri Paesi europei, e l’importazione di questi alimenti è stata severamente vietata.

Pena gravi sanzioni per i trasgressori.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *