La storia di un’oca con il becco di rame

di Elle del 3 settembre 2014

Può capitare di sentire storie che a raccontarle sembrano favole o, magari, potrebbero diventarlo. È il caso della vicenda di Ottorino, detto ‘Becco di rame’, una giovane oca che circa due anni fa ha avuto la sventura di essere assalita di una volpe che le strappato quasi interamente il becco. La sua proprietaria, però, che allevava l’animale solo per le sue uova, ha deciso di portarla dal veterinario per salvarla da una brutta fine.

Ottorino ha così incontrato un veterinario caparbio e sensibile che ha adoperato tutta la sua abilità ed inventiva per operarla affinché potesse continua ad alimentarsi e a vivere come i suoi simili. Per questo all’oca è stato ricostruito uno speciale becco di rame che le ha permesso di ritornare alla normalità.

UN’ALTRA STORIA ESEMPLARE: Beauty, l’aquila dalla testa bianca cui è stato ricostruito il becco

Oggi quest’ora continua a condurre la sua esistenza all’interno della fattoria nonostante il suo handicap. La storia di questa oca con il becco di rame può diventare un esempio importante di forza e tenacia anche per le persone, soprattutto per chi vive una condizione di diversità dovuta alla necessità di protesi o per le situazioni in cui traumi o incidenti possono debilitare psicologicamente l’individuo. Grazie al contributo del suo veterinario-salvatore  la storia ‘Becco di rame’ è diventata una fiaba per bambini divenendo l’eroe dei piccoli che in ospedale sono costretti ad affrontare il duro percorso di terapia e riabilitazione potendo ricevere da questo esempio una buona dose di coraggio e forza.

Ecco anche un bel video di questa storia esemplare:

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *