Ortointasca, una app per scoprire le aziende agricole più vicine a noi

di Luca Vivan del 27 febbraio 2014

Smartphone e tablet stanno inesorabilmente cambiando le nostre abitudini di vita, alle volte rendendoci sempre più dipendenti dalla tecnologia ma in altre casi facilitando enormemente gli scambi di informazioni.

In un mondo dove internet sta modificando il modo di conoscere e farsi conoscere, le applicazioni per telefoni e altri supporti permettono ad aziende e consumatori di trovarsi facilmente e anche di influenzarsi in modo reciproco e costruttivo.

Un’ingegnere friulana di 35 anni, Eva De Marco, stanca di un lavoro che si era trasformato in routine e appassionata di ecologia, ha deciso così di creare una startup e sviluppare un app che avvicini i possessori di telefoni e tablet alle aziende agricole della zona in cui vivono. Si chiama Ortointasca ed è disponibile sia per iPhone che per Android.

LEGGI ANCHE:

Attraverso il crowdfunding, sistema che permette di raccogliere fondi per le proprie idee grazie alle persone che navigano in internet, Eva è riuscita a mettere in piedi un sistema articolato in cui le aziende si iscrivono e comunicano la disponibilità dei loro prodotti. E’ un lavoro di mappatura di tutte le realtà produttive italiane che richiede molto tempo e costanza ma che sta raccogliendo l’entusiasmo di produttori e consumatori, i quali spesso ignorano l’esistenza di fattorie vicine a casa propria.

La ricerca di prodotti di elevata qualità ambientale oltre che organolettica ci porta spesso al supermercato, il luogo che le generazioni più giovani riconoscono come unica fonte per l’approvigionamento del cibo. La fretta e l’abitudine ci fanno dimenticare che però esistono i produttori e che basterebbe poco per contattarli, con il vantaggio di diminuire le nostre spese e permettere a loro di aumentare gli utili, tutto questo senza danneggiare l’ambiente con inutili trasporti da una parte all’altra del paese o del mondo. Questa app non fa altro che rendere la ricerca del cibo a km zero possibile.

SCOPRI: Prodotti a km 0: cosa sono e dove trovarli

I grandi cambiamenti partono dalle piccole cose ma possono avere ripercussioni su vasta scala e ormai lo sappiamo che il cibo e la sua produzione e distribuzione sono qualcosa su cui ciascuno di noi può incidere positivamente anche attraverso un app per cellulari.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *