Pamali Festival, tre giorni all’insegna di musica, ambiente e arte

di Luca Vivan del 12 luglio 2013

Le colline di Tarzo (Tv) sono un piccolo gioiello del paesaggio veneto, un territorio collinare ricoperto di vigneti e piccoli borghi che più di due secoli fa il poeta tedesco J.W. Goethe aveva celebrato nel suo “Viaggio in Italia”. Nei secoli sono cambiate molte cose, non sempre condivisibili, però alcuni angoli hanno mantenuto il fascino che aveva incantato una generazione di poeti ed artisti del Nord Europa.

Gli ultimi decenni hanno sì visto la cementificazione e lo sfruttamento eccessivo della superficie agricola di questa zona del Veneto ma dall’altra sono stati testimoni di una crescente attenzione nei confronti del territorio, attraverso l’agricoltura biologica o biodinamica e tutta una serie di attività in grado di richiamare turisti locali e stranieri puntando su valori come la qualità e l’etica.

In questo filone s’inserisce il Pamali Festival, tra il 12 e il 14 luglio, proprio a Corbanese di Tarzo (Tv). Giunto alla sua quarta edizione, si propone come qualcosa di più di una semplice rassegna di musica. Il programma salta subito all’occhio della persona sensibile alle tematiche dell’ecologia. Oltre agli artisti nazionali e internazionali, sarà infatti possibile condividere oggetti che non usiamo più nella Piazza del baratto, partecipare ai laboratori di danze popolari o approfondire il nostro rapporto con il suono e la meditazione. Il sostegno di sponsor del mercato biologico italiano, che sono nati proprio nella provincia di Treviso, garantirà inoltre una ristorazione attenta alla qualità dei prodotti e allo loro sostenibilità.

Questa è l’ennesima dimostrazione di una tendenza in grande crescita, che coniuga l’espressione artistica con la dimensione ecologica e sociale. Le imprese culturali ed ecologiche si uniscono così per contribuire alla valorizzazione di un territorio, che in Italia riesce a conservare quel fascino che faceva parlare di sé in tutta Europa.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *