Panela, proprietà, benefici e utilizzi

di La Ica del 31 gennaio 2017

Il mondo degli zuccheri integrali è molto vasto, ma se volete essere sicuri di scegliere quello giusto, optate per il panela. Ha un sapore meno intenso delle altre tipologie, dunque non altera il gusto naturale di cibi e bevande.

Oggi scopriremo il panela, cos’è, come si ricava e per cosa viene utilizzato. E’ un granulato ‘irregolare’ dal sapore delicato. Chiamato così perché originariamente veniva realizzato nella forma di mattonelle che venivano poi fatte essiccare al sole. È dunque un metodo di lavorazione che caratterizza lo zucchero integrale non raffinato del Sud America.

Si ricava per evaporazione del succo della canna da zucchero.

Oggi, la sua consistenza dipende molto dalla cultivar utilizzata e dai vegetali che vengono aggiunti durante la sua lavorazione.

In generale, uno zucchero integrale può essere granuloso o polveroso mai in cristalli.

Per cui mentre nei negozi etnici o di commercio equosolidale potreste ancora trovarlo in panetti, altrove, ad esempio online, è presente anche in buste o cartoni, sotto forma di zollette, pepite o di mattonelle sbriciolate.

Il più grande produttore al mondo è la Colombia, ma un prodotto simile, del tipo brown sugar, si trova anche in India, Pakistan, Laos e Sri Lanka.

Ecco tutte le sostanze dolcificanti alternative allo zucchero:

Panela proprietà

Il panela è un alimento incredibilmente nutritivo, per questa ragione, è il più adatto ai bambini. Contiene infatti amminoacidi importanti come la leucina e la lisina.

Quest’ultima si trova molto spesso negli integratori sportivi. Migliora infatti la salute delle cartilagini e stimola la produzione di collagene, aiutando così a combattere l’osteoporosi e i radicali liberi.

Nel panela sono poi presenti antiossidanti come il triptofano, di cui è ricco anche il cacao, l’arginina e la fenilalanina. Ma anche numerose vitamine, come quelle del gruppo B, la E, il retinolo e il betacarotene amico della pelle. E poi fosforo, zinco, potassio, calcio e ferro: sono solo alcuni dei sali minerali che compongono il panela.

gli originari panetti di panela

Il panela presenta diverse consistenze. Viene realizzato sotto forma di grossi blocchi dalle diverse forme, che in Occidente, è più facile trovare in polvere

Nota anche col nome di empanizao o raspadura, questo dolcificante naturale alternativo allo zucchero bianco è ideale anche per i diabetici e per chi è a dieta. Presenta infatti un indice glicemico inferiore del 30% rispetto al glucosio puro.

È comunque un alimento calorico, perciò attenzione a non esagerare, ma è più ‘leggero’ dello zucchero raffinato (si parla infatti di 350-360 kcal per 100 gr).

Panela utilizzi

Il panela può essere utilizzato in un numero altissimo di preparazioni, dolciarie e non, perché ha un sapore non molto intenso. Essendo però uno zucchero non raffinato, ne bastano pochissime quantità per dolcificare: dai biscotti alle barrette energetiche, e dalla macedonia di frutta al kefir. Prodotti che si possono trovare anche in commercio, ma solo nella corsia del bio.

Il panela si può utilizzare per realizzare dlele maschere ristrutturanti per il viso, poiché la sua consistenza è granulosa ma delicata

Il panela si può utilizzare per realizzare maschere ristrutturanti per il viso. La sua texture è granulosa ma delicata

In America Latina, il panela non è soltanto un dolcificante, viene utilizzato anche come alimento a sé stante. È un preparato per bevande alcoliche e un ingrediente di piatti salati come los chiles chipotles, (una salsa messicana a base di peperoncini Chipotle) o la calabaza al horno ovvero la zucca al forno peruviana.

Inoltre è un noto trattamento terapeutico. Può infatti essere utilizzato per esfoliare per la pelle, ma anche per combattere infezioni e raffreddori.

Potrebbero interessarti anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *