Pannelli termici sotto il pavimento del balcone, collegati alle rinnovabili riscaldano e danno acqua calda

di Alessia del 25 novembre 2012

Sfruttare il calore accumulato dai tetti o da altre superfici per risparmiare energia e generare acqua calda? E’ l’idea semplice, ma innovativa di ThermaPAVER, il nuovo progetto sviluppato dall’azienda statunitense Therma-HEXX. Si tratta di un sistema di pannelli unico nel suo genere che converte la temperatura esterna in energia in modo da creare degli ambienti più confortevoli. Progettato da Robert Barmore, ex designer di architettura del New Hampshire, rappresenta una soluzione nuova nell’ambito dei sistemi energetici rinnovabili.

I pannelli sono predisposti per essere montati sotto la pavimentazione di esterni, quindi dai vialetti del giardino al marciapiede, cortili, tetti, piscine, balconi.

Il sistema è stato realizzato come l’intento di fungere da scambiatore termico: prima assorbe l’energia del sole per raffreddare la pavimentazione, di modo che d’estate si possa camminare a piedi nudi su una superficie non bollente; il calore accumulato viene poi sfruttato per riscaldare l’acqua domestica o magari una piscina esterna. In inverno invece il funzionamento è inverso: le superfici esterne vengono riscaldate favorendo lo scioglimento della neve e impedendo la formazione di ghiaccio. Pensate che rivoluzione se venissero impiegati nelle nostre strade cittadine!

Se i pannelli venissero montati nella parte superiore degli edifici, come un sistema a tetto freddo, potrebbero funzionare da isolanti termici, riducendo notevolmente i costi di condizionatori e impianti di riscaldamento e abbattendo l’emissione di sostanze inquinanti nell’aria.

ThermaPaver è riciclabile al 100% ed è stato pensato per poter essere utilizzato nelle zone climatiche più differenti.

{ 2 comments… read them below or add one }

Vulka novembre 25, 2012 alle 1:48 pm

Dimenticavo: andate a vedere nella storia dell’antica Roma… ogni casa era già allora fornita di riscaldamento a pavimento… dunque cosa avrebbe scoperto tale architetto? Che l’acqua è bagnata?

Rispondi

Vulka novembre 25, 2012 alle 1:46 pm

Solo una notizia per chi non lo sa e visto che sembra non lo sappiate…

Tale modalòità non va bene per chi soffre di cuore o ha problemi di circolazione del sangue (specialmente se alle gambe)

Prova x credere!!!

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *