PlantCatching: da Montreal il sito per trovare chi regala piante, semi e terriccio

di Roberta Razzano del 1 maggio 2013

Cosa può succedere se un esperto d’informatica col pallino del giardinaggio vede deperire le sue adorate piantine?
Si unisce passione e conoscenza e nasce PlantCatching, un sito web per lo scambio gratuito di piante in eccesso.

Lui è Nicholas Cadilhac e il suo sito, plantcatching.com, permette alle persone di dare via piante che non si vogliono più e/o di prendere quelle che non si hanno, il tutto gratuitamente.

Sostanzialmente il sito funziona come una mappa, si inseriscono i dati e si vedono le posizioni risultanti, solo che le informazioni non sono date da coordinate geografiche, ma dal tipo di pianta che si vuole scambiare.

SPECIALE: Orto in città, la mini-guida per dummies

Esistono tre modalità per eseguire questi scambi che, oramai, riguardano un po’ tutto ciò che serve per il giardinaggio (semi, bubi, piante, concimi, etc):

  1. modalità pubblica, in cui si lasciano le piante e i materiali da scambiare in una zona accessibile del proprio giardino evidenziandoli con una targhetta stampata dal sito, in modo tale che chiunque passi possa prendere ciò che gli serve appena ne ha la possibilità
  2. modalità semi-privata, grazie alla quale, seguendo le istruzioni del sito, si può raggiungere la zona dove prendere le piante, che non è visibile dalla strada
  3. modalità privata, dove è possibile vedere le piante donate sul sito ma per prenderle bisogna mettersi in contatto con la persona che vuole cederle.

L’idea iniziale di Cadihac era quella di creare un sito rivolto agli amanti del giardinaggio, ma dato il successo dell’iniziativa sta cercando di ampliarne la diffusione quanto più possibile.

Ecco anche una schermata che fornisce una chiara idea di come funziona il programma:

immagine plantcatching

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *