Project Aura per la sicurezza in bici di notte

di Magi del 15 aprile 2013

Tutti sappiamo come, nonostante rappresenti un mezzo di trasporto rapido, economico e, soprattutto, privo di qualsiasi impatto ambientale, la bicicletta esponga chi la usa per spostarsi al rischio di essere coinvolti in incidenti, talvolta addirittura letali.

Le probabilità aumentano se, oltre a viaggiare nel traffico di una città convulsionata, ci si sposti in bicicletta nelle ore notturne e in prossimità di zone poco, o male, illuminate.

Non perderti gli altri progetti per la sicurezza notturna dei ciclisti:

A partire da considerazioni analoghe, Ethan Frier e Jonathan Ota, due brillanti studenti di industrial design della Carnegie Mellon University hanno dato vita al “Progetto Aura”, che, come già il nome lascia intuire, reinventa, in maniera creativa e, al tempo stesso, estremamente pratica, l’energia prodotta dalla tradizionale dinamo sospesa al mozzo della ruota anteriore incorporando una serie di LED intermittenti nei cerchi della bicicletta, la cui intensità e frequenza varia a seconda della velocità.

Di seguito, anche un video molto ben fatto che illustra l’idea:


Frier e Ota hanno aperto uno spazio online sulla piattaforma tumblr.com per promuovere e fare conoscere il loto progetto (link). Eccoli qui sotto al lavoro per la loro “illuminante” idea..

aura-work

{ 1 comment… read it below or add one }

roby luglio 22, 2013 alle 4:17 am

potrebbe essere una buona idea se non fosse che esiste già qualcosa di simile, basta pensare ai tappi per le valvole d’aria luminosi visibilissimi da qualsiasi automobilista, acquistabili in qualsiasi negozio dove hanno accessori per auto, quindi o avrà un prezzo stracciato oppure dubito avrà futuro questa idea

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *