Miglio: proprietà e ricette con questo cereale

di Maura Lugano del 28 luglio 2016

Le numerose proprietà del miglio lo hanno fatto diventare un ottimo sostituto della carne, grazie alla sua ricchezza in carboidrati e proteine. Questo cereale senza glutine un tempo era diffusissimo, soprattutto tra i poveri, oggi è caduto in disuso e sostituito dalla carne.

Le proprietà del miglio (nome botanico panicum miliaceum) sono numerose, eppure è un cereale, originario dell’Oriente, oggi è quasi dimenticato. Eppure in epoca romana, presso gli Egizi e nel Medioevo, costituiva uno degli alimenti base della dieta perché è una ricca fonte di carboidrati e di proteine, tanto da essere considerato un sostituto della carne nei periodi di di magro indicati dalla Chiesa.

Oggi è diffuso soprattutto in Africa, mentre in Occidente è caduto da molti anni nell’oblio, sostituito da cereali più produttivi.

Proprietà del miglio

Tra i suoi pregi vi è quello di essere privo di glutine quindi ideale per la dieta dei celiaci.  Contiene le vitamine A, E e quelle del gruppo B, i sali minerali come ferro, fosforo, calcio,  magnesio e zinco, ma più interessante è il contenuto proteico che è più elevato nel miglio rispetto ad altri cereali, per cui è un alimento consigliato a chi ha carenze nutritive, a chi è inappetente, a bambini e adolescenti in fase di crescita, nelle situazioni di stress fisico e intellettuale.

Risulta contenere in misura superiore rispetto ad altri alimenti anche l’acido salicilico che contribuisce alla formazione e al benessere di denti, unghie e capelli, infatti molti integratori alimentari finalizzati a rafforzare il capello sono a base di miglio che stimola la formazione della cheratina.

miglio

Si trova in commercio sia sottoforma di chicchi, che si presentano come piccole palline che si gonfiano poi in cottura assorbendo l’acqua, sia come farina e fiocchi.

Ecco il nostro speciale: dedicato proprio alla farina di miglio.

Per essere resi commestibili i chicchi vengono privati del tegumento esterno così da essere più facilmente e velocemente cucinati, si parla infatti di chicchi decorticati.

Eccovi infine altri cereali alternativi e pseudocereali:

Miglio in cucina: come conservarlo e ricette suggerite

Questo cereale si presta a essere cucinato in modo piuttosto semplice, ad esempio come il riso, sia pilaf che risotto, oppure nelle zuppe e come minestra.

Alcuni accorgimenti vanno rispettati anche per la cottura, che va fatta precedere da un breve  lavaggio sotto acqua corrente, mentre non occorre lasciarlo in ammollo.

Importante: è dosare bene, calcolando per persona una quantità pari a 60 gr di miglio se si prepara come risotto, 70 gr come riso pilaf e 30 gr nella minestra.

Inoltre bisogna rispettare le proporzioni rispetto all’acqua di cottura, quindi per una parte di questo cereale occorrono due volte e mezzo di volume d’acqua. La cottura in pentola richiede non meno di 20 minuti di tempo.

Miglio ricette: il risotto con verdure

Ingredienti:

  • 200 gr di miglio decorticato
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota
  • zucchina
  • 1 uovo
  • parmigiano grattugiato

Preparazione. Lessate il cereale a fiamma bassa, in mezzo litro di acqua bollente salata, finché ha assorbito l’acqua.

risotto miglio1

In una padella antiaderente soffriggete la cipolla tritata, e poi le verdure mondate e tagliate a pezzetti. Aggiustate di sale e di pepe e cuocete per 10 minuti. Versate il miglio nella padella e mantecate con una bella spolverata di parmigiano. Non mescolare troppo perché si attacca!

Eccovi altre ricette:

Se ti interessa cucinare questo ed altri cereali, guardate anche questi libri e prodotti correlati:

Cucinare I Cereali

Oltre 100 ricette per preparare gustosi piatti con grano, avena, grano saraceno, orzo, mais, segale, miglio…
€ 13,00

Cereali che Bontà!

€ 9,80

Cereali e Bevande di Cereali

€ 9,00

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *