Crespino proprietà e utilizzi di questa pianta

di Elle del 2 maggio 2016

Eccovi tutte le proprietà e gli utilizzi del Crespino

Il crespino (nome scientifico Barberis vulgaris) è un arbusto originario dell’Europa centro-meridionale, dell’Africa occidentale, dell’Asia orientale e dell’America settentrionale, ma è stato anche naturalizzato nel nord Europa, in particolare nelle Isole britanniche ed in Scandinavia.

Il nome della pianta deriva da Berberi, ovvero conchiglia, per la forma a conca dei suoi petali:  questo arbusto spinoso produce bacche di colore rosso e cresce soprattutto in zone aride di montagna ad alta quota.

Crespino proprietà e benefici per la salute

Nella corteccia di crespino sono concentrati importanti principi attivi, come berberina (nota in campo farmaceutico per le sue proprietà antimicrobiche e antisecretive), berbamina, palmatina, iatrozzizina insieme ad altre sostanze alcaloidi, resina, olio essenziale, zucchero, tannino, mucillagine, pectina.

Per la presenza di alcuni di questi principi attivi (concentrati soprattutto nelle radici), la pianta possiede importanti proprietà terapeutiche, in particolare toniche, amaricanti, astringenti, depurative, diuretiche e febbrifughe, ma può rivelarsi anche velenosa se assunta in dosi eccessive.

Con le dovute cautele, a causa della sua potenziale tossicità, il crespino può essere un rimedio omeopatico in caso di itterizia e dolori biliari oltre ad essere utile per contrastare la stitichezza e la mancanza di appetito, le affezioni polmonari, la ritenzione urinaria e la febbre.

Per uso esterno, il crespino è indicato in caso di congiuntivite e per cicatrizzare piccole ferite.

Le bacche e le foglie sono molto ricche di vitamina C e con esse si può preparare un infuso dall’azione rinfrescante.

crespino

Crespino utilizzi in cucina

Nell’ambito gastronomico le bacche vengono utilizzate per la preparazione di sciroppi e marmellate grazie al potere dolcificante presente in particolar modo nelle radici e nella corteccia.

Con i fiori, che racchiudono proprietà antinfiammatorie e antireumatiche, si può preparare un’ottima tisana naturale mentre un tè a base di radici di crespino può consentire di alleviare ulcere della mucosa orale.

In ogni caso, i frutti non vengono solitamente consumati freschi per via del loro gusto fortemente acido (dovuto alla presenza di acido malico).

Crespino controindicazioni

È sconsigliato l’uso delle bacche di questa pianta durante la gravidanza e l’allattamento.

Scopriamo insieme altre piante della salute con tutte le proprietà ed i benefici

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *