Pulizie di casa: guida alla pulizia ecologica della casa

by Arianna Zizzi on 7 agosto 2016

Farsi da soli un detersivo è una gran soddisfazione e si è sicuri di quello che contiene, perché l’abbiamo scelto noi, ma anche seguire alcuni trucchi per la pulizia ecologica della casa vi faranno risparmiare e rispettare l’ambiente.

Pulizie di casa: ecco allora alcuni semplici consigli per pulire le nostre case in modo ottimale ma ecologico e sicuro per la nostra salute, risparmiando notevolmente sull’acquisto dei detersivi.

In generale per la pulizia della casa non c’è niente di meglio che strofinare sapone naturale o di Marsiglia con un po’ di acqua calda, ahimè potrà costarvi un po’ di fatica. In linea di massima ecco alcuni consigli e trucchi validi per diverse superfici.

Ecco i prodotti-base per le nostre pulizie ecologiche:

Pulizie di casa: i vetri

Sono molteplici le possibilità. Lavarli con acqua calda e aceto. Si possono diluire 1 o 2 tazze di aceto bianco in acqua e passarli poi con uno straccio o del giornale. In alternativa si può usare succo di limone da passare con un panno di lino o della soda da passare con la carta vecchia dei giornali.

Potete utilizzare il pulivetri fai-da-te (fatto con una bustina di té o 1/3 di bicchiere di vino bianco, diluiti nell’acqua e messi in uno spruzzino). O, ancora, lavare il vetro con acqua calda mista a poco succo di limone e poi asciugarlo con la carta di un quotidiano, l’inchiostro è perfetto per eliminare gli aloni.

Leggi anche: Guida alle pulizie ecologiche

Pulizie di casa: i pavimenti

Anche per i pavimenti le soluzioni naturali non mancano.

Spazzare i pavimenti con panni in microfibra e non con panni elettrostatici usa-e-getta. Se non si può fare a meno dei panni elettrostatici, pulirli con una carta morbida inumidita. In questo modo potranno essere riutilizzati.

Consiglio: evitate i panni usa-e-getta pre-inumiditi, sono intrisi di prodotti chimici, lavate con 1 bicchiere di aceto sciolto in 1 secchio di acqua calda.

Per lavare preferire l’utilizzo del vaporetto. Nel caso in cui non si gradiscano questi metodi utilizzare detersivi fai-da-te o biologici (qui trovi una ricetta facilissima).

Se si vuole preparare una cera casalinga potete mischiare  in parti uguali olio di olive e aceto bianco di vino, poi passare il composto con uno straccio sui pavimenti.

Per lavare il parquet basta solo dell’acqua calda e un panno in microfibra ben strizzato, a cui potrete aggiungere 1 bicchiere di aceto o pochissimo detersivo biologico (di cui vi forniamo alcune ricette di base).

pulizie di casa: il parquet

Le pulizie di casa: il parquet

Pulizie di casa: il letto

Per i cuscini dovete procedere con il lavaggio adatto al tipo di cuscino con cui avete a che fare (in piuma d’oca, sintetico, in lattice).

cuscini in lattice vanno immersi per una notte in una soluzione in parti uguali di acqua tiepida e aceto Quelli in piuma vanno invece in una soluzione a base di acqua freddasucco di 1 limone e un pugno di sale grosso: sciacquati in acqua tiepida e lasciati asciugare all’aria aperta ma al riparo alla luce del sole

I cuscini sintetici invece possono essere messi in lavatrice con un programma delicato, aggiungendo nella vaschetta 1  bicchiere di aceto di vino bianco.

Consiglio: vai alla nostra guida per lavare i cuscini in casa in modo naturale

Il materasso va pre-trattato se ha delle macchie con uno smacchiatore, e poi lavato a mano.  Si può usare il bicarbonato sciolto in acqua calda per strofinare la macchia vigorosamente. In alternativa potere realizzare una miscela con 1 parte di aceto bianco ed 1 parte di acqua calda e 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Con la spugnetta imbibita della miscela strofinate con molta energia la macchia. Il materasso va sempre asciugato all’aria aperta o con il phon.

Nel caso di macchie di sangue vi consigliamo di leggere il nostro speciale su come eliminare le macchie dai tessuti in modo naturale.

Leggi anche Come pulire il materasso con metodi naturali

Per i piumoni e le coperte è meglio se avete una vasca da bagno per il lavaggio a mano.

  • Riempite la vasca con acqua tiepida e sapone liquido neutro e lasciate in ammollo per 4 ore.
  • Potete lavare in lavatrice se avete abbastanza capacità di carico (circa 13 kg per una coperta matrimoniale e 7 kg per una singola), basta impostare un programma delicato ad acqua fredda con centrifuga e bisogna introdurre piumoni, coperte e panni ripiegati su se stessi per evitare di sciupare le piume, le imbottitura ed il tessuto.
  • Usate il bicarbonato di sodio per igienizzare senza danneggiare.

Eccovi la nostra guida per lavare i piumoni e le coperte

Pulizie di casa: i piatti

Eccovi anche i nostri consigli per i piatti.

Potete assorbire l’unto in eccesso dalle pentole e dai piatti con tovagliolini di carta usati a tavola.

  • Pretrattare le stoviglie incrostate con uno spruzzino pieno di acqua mischiata a bicarbonato o con una soluzione all’aceto o all’acido citrico.
  • Iniziare a lavare le stoviglie mentre si sta riempiendo l’acqua nella vaschetta in modo da utilizzare contemporaneamente tale acqua per sciacquare le stoviglie ormai lavate e ricordare di limitare la quantità d’acqua in modo da riuscire a lavare più cose.
  • Esistono in commercio dei rompi-getto che immettono aria e diminuiscono la portata d’acqua dando comunque l’impressione che il getto sia grande.

Utilizzare acqua calda poiché notevolmente sgrassante. Utilizzare anche l’acqua di cottura di pasta e riso (possibilmente calda) nella vaschetta perché ricche di amido che risulta essere anch’esso sgrassante.

  • Per stoviglie molto unte utilizzare un detersivo biologico e biodegradabile.
  • Per stoviglie poco unte utilizzare il detersivo fai-da-te fatto con 1 l d’acqua e 200 gr di scaglie di sapone di Marsiglia autoprodotto (di quello comprato usa 100 gr) e qualche goccia di olio essenziale per profumarlo.
  • Fai sciogliere il sapone con l’acqua a fuoco medio coperto, mescolando con una frusta fino a farlo sobbillire.
  • Fai raffreddare prima di mettre l’olio essenziale, controlla la consistenza e e usalo direttamente sulla spugna.

Per aumentare l’effetto sgrassante del detersivo una maggiore quantità di prodotto ma 1 cucchiaino di bicarbonato.

Pulite il lavandino con lo spruzzino al bicarbonato o con l’aceto.

Ecco la guida ai detersivi fai da te!

Pulizie di casa: per profumare l’ambiente

Per profumare l’ambiente e rinfrescare l’aria in alternativa ai deodoranti per l’ambiente si può optare per una soluzione più naturale, accendendo candele naturali a cui si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale o bruciando incensi.

Spezie e bucce degli agrumi si prestano a diversi usi per diffonderne l’aroma: se ne può bollire una miscela o farle essiccare su di una stufa.  Una buona idea è creare dei potpourri o dei sacchettini con lavanda o cedro (contro ospiti sgraditi) per cassetti e armadi.

Per dissipare gli odori di cibo, specie dopo che avete cucinato, ponete un piatto cosparso di cannella e olio essenziale di agrumi nel forno ancora caldo o comunque vicino a una fonte di calore, anche le bucce di agrumi dovrebbero andar bene.

Si può provare una ricetta per un detergente disinfettante adatto a tutte le superfici a base di poche gocce di sapone naturale, 2 tazze di acqua, 15 gocce di olio di macadamia (tea tree) e di olio essenziale di lavanda, o 30 gocce di uno solo dei due tipi di olii.

Leggi anche: Guida pratica ai detersivi naturali per la lavatrice

Pulizia ecologica della casa: il bagno

Per eliminare i residui di sapone dal lavandino o dopo che si è fatto il bagno prendete nota di questi piccoli trucchi:

  • passare il bicarbonato di sodio con una spugna o un panno umido, grattate un poco se necessario
  • cospargere la zona da pulire con borace (che viene utilizzato anche per prevenzione contro muffe e batteri, ricordandosi però che può irritare le mucose, gli occhi e la pelle) o con aceto bianco di vino, lasciare in posa qualche minuto e poi strofinare

Per la pulizia della toilette si può spruzzare bicarbonato e succo di limone lasciandolo agire un momento ed eventualmente strofinare inseguito. Per disinfettare un gabinetto prettamente maschile si può ricorrere ancora all’aceto di vino e al bicarbonato, altrimenti si può passare dell’alcool.  Si possono pulire i lavandini anche con soda e acqua.

Guida alla pulizia ecologica della casa: il bagno

Guida alla pulizia ecologica della casa: il bagno

Pulizie di casa: per i tappeti

Anche i tappeti tornano puliti con una soluzione di acqua e aceto di vino. Grazie all’aceto infatti i colori del tappeto non sbiadiranno. Per eliminare le macchie è possibile strofinarle con della soda.

I tappeti si possono lavare anche con un poco di shampoo delicato o sapone naturale sciolto in una bacinella d’acqua. L’amido di mais si può cospargere sulle macchie. Bisogna lasciarlo agire  circa  20-30 minuti per poi strofinare la macchia con una soluzione dei acqua e aceto di vino.

Un buon metodo per deodorare i tappeti è cospargerli di bicarbonato: mischiato a lavanda o basilico secco, dovete aspirare il tutto dopo averlo lasciato agire almeno una mezz’ora.

Scopri anche: come pulire i tappeti

Pulizie di casa: il forno

Pulire il forno non è mai facile specie se non lo si fa subito dopo averlo utilizzato. Sporco  e grasso si incrostano e diventa impossibile eliminarli. Si può passare una sorta di pasta costituita da sale fino misto a bicarbonato e acqua, strofinandola un poco con una spugnetta o uno spazzolino.

Per pulire il forno a microonde basta porre una ciotola d’acqua con una quindicina di gocce di olio di macadamia o tea tree oil, riscaldando il forno per un paio di minuti. Si creerà del vapore sulle superfici interne del forno  da passare con un panno.

Guida alla pulizia ecologica della casa: il forno

Guida alla pulizia ecologica della casa: il forno

Ecco alcuni libri sulla autoproduzione dei detersivi:

Saponi e Detersivi Naturali - Libro
Come farli in casa usando olio, cenere, soda e lisciva
Guida ai Detersivi Bioallegri
Tradizionali, ecologici e fai da te. Impariamo a conoscerli e ad usarli

Pulizie di casa: eliminare muffa e ruggine

Contro la ruggine si può strofinare un composto di 2 cucchiai di sale e 1 di succo di limone.

Contro l’odore di muffa nei mobili o nelle valige bisogna mettere all’interno abbondante carta di giornale:

  • lasciatela circa una settimana, affinché sia assorbita l’umidità. Dopo ciò spruzzate una soluzione di acqua e poche gocce di olio di tea tree (macadamia) e aerare.

Per prevenire la formazione di muffa è consigliabile disinfettare spesso le superfici con la borace. Si può creare un disinfettante a base di erbe aromatiche, scegliendo fra lavanda, ginepro, eucalipto, salvia, timo e rosmarino. Le foglie vanno bollite in acqua (non molta perché la soluzione sia più concentrata) per una mezz’ora e poi si può imbottigliare. È possibile aggiungere sapone naturale  o un po’ di detergente biodegradabile alla miscela.

Suggerimento: scoprite il nostro speciale su come fare un antimuffa naturale.

Guida alla pulizia ecologica della casa: la muffa

Guida alla pulizia ecologica della casa: la muffa

Pulizie di casa: i mobili

Per pulire i mobili è possibile realizzare una miscela composta:

  • da 1/4  di tazza di aceto bianco e 3/4 di tazza di olio di oliva. In alternativa 1/4  di tazza di succo di limone e 1/2  tazza di olio d’oliva
  • La potete utilizzare e passare con un panno morbido per pulire i vari mobili di casa.

Pulizie di casa: l’argento

Si può strofinare una miscela di bicarbonato e acqua o del dentifricio e poi risciacquare con acqua.

Scopri anche: Come pulire l’argento

Ecco anche libri con trucchi e ricette per farti le pulizie di casa in modo ecologico.

Vivi con Stile
Caloriferi e condizionatori, elettrodomestici, detersivi, auto e tempo libero: 160 consigli pratici per una vita a basso impatto ambientale.
Manuale per Sopravvivere alla Crisi
Sopravvivere a ogni crisi…di oggi o di domani . Gestire una casa risparmiando – energie alternative alla portata di tutti. Detersivi ecologici casalinghi
Pulizie Creative
Detersivi e cosmetici naturali fai-da-te, per la casa e la cura di sé

Eccovi altri consigli utili:

{ 1 comment… read it below or add one }

detergenti professionali marzo 5, 2012 alle 3:57 pm

I trucchi svelati sono davvero utili per eseguire le pulizie in maniera più economica!! Grazie!!

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *