Quando anche fare i giardinieri è un lavoro socialmente utile

di La Ica del 10 giugno 2013

Tra le varie iniziative locali partite in occasione della scorsa Giornata Mondiale delle Terra del 22 Aprile, ce ne è stata segnalata una che ci ha particolarmente colpiti a Gaeta (LT), in quanto secondo noi racchiude tanti di quei valori per cui quotidianamente ci impegniamo: il progetto “Sentinelle Verdi”; una squadra speciale al servizio dell’ambiente, ragazzi diversamente abili con il compito di effettuare attività di ricognizione e sorveglianza delle aree verdi esistenti sul territorio urbano, e di esercitare al contempo un’azione di educazione ambientale della popolazione cittadina.

Un modo nuovo e originale di sensibilizzare al rispetto dell’ambiente e del patrimonio pubblico, a tutela del verde, che rende Gaeta precursore, tra i primi comuni in Italia, di un modo innovativo di valorizzare il territorio nonché esempio per gli altri Comuni del Golfo, e non solo; un ulteriore passo avanti nella concretizzazione di una politica ecologica a 360° che vuol dire anche rispetto e integrazione.

I compiti delle “Sentinelle Verdi” sono un vero e proprio lavoro, con orari e mansioni ben definiti; un importante strumento di integrazione sociale, al servizio della coscienza civica e di una cultura del verde ancora pressocché inesistente, sottovalutata, sconosciuta o assopita, ma necessaria ed importante.

LO SAPEVI? Desertificazione: un problema anche in Italia

I ragazzi sono chiamati a far rispettare le regole per la tutela del paesaggio, a prevenire gli atti di vandalismo e a diffondere una cultura ambientale, con l’aiuto della Dott.ssa in Psicologia dell’Età Evolutiva, Valentina Antetomaso, e dell’associazione “Impronte Verdi” che si è occupata, grazie all’intesa maturata con il Comune di Gaeta (nello specifico, gli Assessorati all’Ambiente e alle Politiche Sociali), di far nascere l’iniziativa.

Iniziativa che ha, come si può chiaramente evincere, una duplice finalità: tutelare il verde pubblico e favorire il miglioramento della vita relazionale del ragazzo diversamente abile.

E’ con tante iniziative così che si pongono le basi per una società migliore, non trovate?

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *