Quando il greenwashing non aiuta: il caso Enel e Twitter

di Elle del 6 ottobre 2013

Con la campagna #guerrieri lanciata su Twitter, Enel ha sostanzialmente fallito il suo tentativo di fare ‘greenwashing‘, ovvero di attribuirsi un’immagine ecofriendly per mezzo di strategie comunicative mirate.

In realtà, questa campagna ha sortito  un vero e proprio effetto boomerang per la multinazionale dell’energia che basa ancora la sua produzione su fonti inquinanti. L’organizzazione di un concorso con in palio 5 biciclette elettriche per raccogliere followers dai principali social network del momento (Twitter e Facebook) attraverso una piattaforma per la scrittura di storie ha prodotto, in realtà, un seguito di commenti negativi che hanno fatto ben poca buona pubblicità ad Enel.

La campagna progettata dall’agenzia Saatchi&Saatchi mirava a valorizzare e premiare i #guerrieri di ogni giorno, ovvero persone comuni celebrate per la loro determinazione, per mezzo di un racconto collettivo.

UN’ALTRA STORIA PARADIGMATICA: I tentativi di BP di rifarsi un’immagine dopo il disastro del Golfo del Messico

Il flop, invece, ha portato a utilizzare l’hashtag come strumento per smascherare il greenwashing di Enel ricordando le sue centrali a carbone ancora attive in varie zone d’Italia, per non parlare della centrale nucleare slovacca di Mochovce, di proprietà di una controllata dell’Enel, fonte anch’essa di notevoli controversie. Non poteva mancare neanche un facile richiamo alla tragedia epocale del Delta del Niger, uno dei disastri ambientali più gravi della storia.

Twitter è un notevole “cane da guardia” e – come avrà certamente capito Enel – va affrontato con onestà, trasparenza e senza pretese di attribuirsi un’immagine diversa da quella che si ha realmente. Poi potrà anche essere che i pubblicitari abbiamo raggiunto il proprio scopo, quello di catalizzare l’attenzione e mettere Enel al centro del dibattito, all’insegna del mai logoro “bene o male, purché se ne parli”, ma noi non ne saremmo troppo convinti…

SEGUITECI ANCHE QUI: TuttoGreen è su Twitter

Ma vediamo qualche immagine che spiega i concetti sopra illustrati e che meglio identificano i problemi in cui è incorsa questa campagna, un caso di cui – siamo certi – si parlerà ancora per molto…

delta del niger

guerrieri 2

fabbrica uccide guerrieri

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *