Ribes nero: proprietà e ricette

di Eryeffe del 19 ottobre 2016

Il ribes nero è un potente antinfiammatorio, antistaminico e antiossidante naturale, utilizzato sin dall’antichità per le sue proprietà benefiche. Conosciamo meglio questa pianta e i suoi molteplici impieghi alimentari, terapeutici e cosmetici

Il ribes nero – nome comune del Ribes Nigrum – è un arbusto originario delle zone montuose dell’Eurasia, oggi molto diffuso in tutta Europa. Le sue bacche dal colore inconfondibile (che lo differenziano dal ribes rosso) sono l’ingrediente principale del famoso cassis, un liquore francese apprezzato in tutto il mondo.

Scopri anche altre bacche e frutti di bosco:

Secondo alcuni studiosi, il termine ‘ribes‘ deriverebbe dalla parola araba ‘ribas‘, nome di una varietà di rabarbaro libanese che i Mori trovavano molto simile, per odore e sapore, al ribes nero favorendone la diffusione dalla Spagna al resto dell’Europa.

In realtà il suo attuale sapore e aroma è frutto di una lunga selezione che ha migliorato notevolmente il vero sapore della pianta allo stato selvatico.

currant-896233_1280

Ribes nero pianta

Il Ribes nero appartiene alla famiglia delle grossulariaceae. La pianta di Ribes ha un portamento arbustivo e può raggiungere facilmente i due metri di altezza. I rami sono frondosi, la corteccia di colore rossastro negli esemplari giovani, più scura in quelli adulti.

Le foglie sono grandi di un bel verde brillante, ricche di ghiandole giallastre che emanano un caratteristico odore. In primavera la pianta produce dei piccoli fiori di colore verde e bianco che a alla fine dell’estate (fine agosto, inizio settembre) lasciano il posto a delle bacche nere globose.

Il colore delle bacche di Ribes nero è forse la caratteristica distintiva più evidente rispetto a quelle prodotte dal Ribes rosso. In realtà i frutti del Ribes nero sono molto più saporiti e profumati, merito anche degli oli essenziali in essi contenuti.

ribes nero

Ribes nero proprietà

Le proprietà benefiche del ribes nero sono note fin dall’antichità e sono presenti in varie parti della pianta, compresi i germogli e le radici. Le parti più utilizzate – poiché ricche di vitamine, flavonoidi e acidi – sono le gemme, le foglie e i frutti.

Lo sapevi? Cortisone naturale, tutte le alternative presenti in natura

Oltre che per usi alimentari, è usato per l’alto contenuto di:

  • glicosidi, flavonoidi e oli essenziali contenuti in particolare nelle gemme e noti per stimolare la produzione di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali; hanno un’azione antinfiammatoria e antistaminica sia a livello cutaneo che respiratorio.
  • polifenoli e triterpeni presenti nelle foglie, hanno proprietà depurative e diuretiche molto spiccate
  • vitamine C e D
  • acido malico
  • sali minerali: oligoelementi
  • acidi polinsaturi
  • flavonoidi
  • antociani, molto utili per la loro azione astringenterinfrescante e vaso-protettrice. 

L’estratto delle gemme di ribes nero, inoltre, è efficace anche per stimolare le difese immunitarie e prevenire le malattie influenzali. La tintura madre ottenuta dalla spremitura delle foglie fresche è indicata per drenare e disintossicare l’organismo

Ecco, in sintesi, la tabella con i valori nutrizionali riferita a 100 grammi di ribes:

  • Acqua 77,4 g
  • Carboidrati 6,6 g
  • Zuccheri 6,6 g
  • Proteine 0,9 g
  • Grassi tracce
  • Colesterolo 0 g
  • Fibre 3,6 g
  • Sodio 3 mg
  • Potassio 370 mg
  • Ferro 1,30 mg
  • Calcio 60 mg
  • Fosforo 43 mg
  • Vitamina B1 0,03 mg
  • Vitamina B2 0,06 mg
  • Vitamina B3 0,3 mg
  • Vitamina A 17 µg
  • Vitamina C 200 mg

Ribes nero utilizzi terapeutici e cosmetici

Il gemmoderivato del Ribes nero trova impiego terapeutico sopratutto nella cura degli stati infiammatori di varia origine (mal di gola, bronchiti, raffreddore, stati febbrili transitori), delle allergie, dell’asma, delle più comuni sindromi influenzali, delle congiuntiviti e di molte forme di dermatite. Sempre grazie al cortisolo, il ribes nero può aiutare a combattere i dolori muscolari articolari e i reumatici.

ribes nero

L’estratto delle foglie, invece, ha un utilizzo erboristico e fitoterapico specifico per la preparazione di infusi, tinture madre, decotti e tisane utili a depurare l’organismo dall’acido urico e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Il derivato dei frutti – edibile sotto forma di succhi o infusi – è forse il più adatto per combattere la maggior parte delle patologie legate alla fragilità capillare e la couperose.

Quali sono i rimedi naturali per le allergie?

In cosmesi, l’olio ricavato dai semi dei frutti di Ribes nero trovano largo impiego nella formulazione di creme idratanti ed elasticizzanti e nei trattamenti cosmetici anti-invecchiamento, poiché ricco di vitamina C, Omega 3, Omega 6 e altri acidi grassi polinsaturi che aiutano a proteggere le cellule dall’azione dei radicali liberi.

Ribes nero controindicazioni

Nonostante sia pieno di proprietà benefiche e principi attivi apprezzabili per scopi curativi, l’assunzione degli estratti del Ribes nero deve essere seguita dal proprio medico di fiducia per evitare di incorrere in fenomeni di ipersensibilizzazione o altri effetti collaterali indesiderati anche gravi.

L’assunzione smodata dei derivati di questa pianta può provocare l’aumento della pressione sanguigna indotta dal cortisolo che accelera anche il metabolismo. Non a caso, il cortisolo è detto anche ‘ormone dello stress’. Dunque, se ne sconsiglia l’uso a soggetti affetti da malattie cardiovascolari, malattie renali, patologie nervose, ipertesi e a coloro che assumono anticoagulanti.

Prova la.. Dieta dei colori, quando frutta e verdura curano a seconda dei colori

ribes nero

Ribes nero ricette

Oltre ai vari impieghi in medicina naturale e fitoterapia, i frutti del ribes nero sono apprezzati anche in cucina ed utilizzati per preparare torte, composte, marmellate, confetture, budini, centrifugati, budini, succhi e gelatine. In particolare, le bacche di ribes nero sono perfette per realizzare gustose marmellate dal sapore ricco e dall’aroma inconfondibile.

Gli ingredienti per preparare la marmellata di ribes sono:

  • 1 kg di bacche di ribes nero
  • 300 gr di zucchero di canna
  • 1 mela tagliata a fette

Per la preparazione, ci si può attenere al classico procedimento delle altre marmellate fatte in casa avendo l’accortezza di lavorare al passaverdura i frutti ben lavati per schiacciare i semini al loro interno.

Perfetta per guarnire torte, crostate o per arricchire la prima colazione, la marmellata di Ribes nero home-made è un concentrato naturale di dolcezza e vitalità.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *