Ricerca italo-coreana: nuove batterie litio-aria per lanciare le elettriche del futuro

di Claudio Riccardi del 29 novembre 2012

Che possano rappresentare la soluzione ideale per la mobilità del futuro, è indubbio. Al momento, però, le auto elettriche pagano un pesante limite, legato dalle capacità di autonomia, ancora insufficienti per garantire l’utilizzo di questi veicoli sulle lunghe percorrenze. Con una ricarica, i gruppi di alimentazione permettono di coprire distanze nell’ ordine dei 130-150 chilometri, un limite che a fatica i costruttori riescono a superare.

FOCUS: Quali sono i vantaggi di un’auto elettrica? 5 domande e 5 risposte

Un gruppo di ricercatori sembra però aver trovato una nuova strada di sviluppo. Il professor Bruno Scrosati e Youssef Hassoun dell’ Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Yang-Kook Sun dela Hanyang University di Seoul in Corea, hanno individuato una configurazione innovativa per le batterie al litio. Questo metallo leggero, combinato all’ossigeno, ampiamente disponibile nell’atmosfera, garantisce potenzialità energetiche, e dunque di durata, nettamente superiori rispetto alle batterie attualmente in uso. Così hanno evidenziato i numerosi test di carica e scarica eseguiti dal team di studio.

Al progetto delle batterie denominate “litio-aria” ha contributo anche l’Università britannica di Saint Andrews. I ricercatori guidati dal luminare Zhangquan Peng hanno progettato un nuovo elettrolita che conduce gli ioni di litio da un polo all’altro della batteria. Utilizzando per l’elettrodo un liquido composto solo da ioni hanno risolto il problema della stabilità, l’introduzione di un innovativo un elettrodo d’oro con microscopici nanopori promette invece di incrementare gli standard di efficienza.

Ora non resta che attendere le prime applicazioni su veicoli di questo importante progetto, in parte anche italiano!

Leggi anche questi articoli sulle auto elettriche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *