Ricette fai-da-te per detersivi ecologici e naturali

di Arianna Zizzi il 10 marzo 2012

Per migliorare le condizioni ambientali del nostro pianeta ci si aspetta sempre che la soluzione provenga dall’alto. La maggior parte della gente pensa che i problemi siano imputabili ai grandi gruppi industriali. Ciò non toglie che nel nostro piccolo possiamo abbassare i livelli d’inquinamento attraverso alcuni piccoli accorgimenti.

Come? Passando all’auto-produzione dei detersivi per esempio! Meno contenitori in plastica in giro e maggiore garanzia di naturalità del prodotto. Si possono anche acquistare i detersivi ecologici ma rispetto a quelli tradizionali possono essere abbastanza costosi. Vi sono numerosi siti e libri che ci propongono svariate ricette di questo tipo. Ve ne proponiamo alcune facili facili che si possono replicare a casa!

1) Ecco subito come farsi uno spray al bicarbonato, perfetto per i vetri e per il piano di lavoro della cucina, per pulire il forno, il frigorifero e far brillare il lavandino dopo aver lavato i piatti. Può essere usato anche per pre-trattare i piatti prima di metterli nella lavastoviglie. Occorrono:

  • 48 gr di bicarbonato di sodio
  • ½ l di acqua

Sarebbe meglio se l‘acqua fosse distillata (si può ricavare dallo scarico del condizionatore) perché quella del rubinetto ha del calcare che rilascia degli aloni sui vetri ma non dobbiamo fare diventare pazzi, quindi usa quello che hai a disposizione! Metti in un contenitore l’acqua e aggiungi il bicarbonato. Fai sciogliere bene fintanto ché non vi siano più grumi. Trasferisci in uno spruzzino vuoto e pulito.

SUGGERIMENTO: scopri le guide di TuttoGreen sulla Casa Naturale ed Ecologica!

2) La Crema detergente al bicarbonato è perfetta per pulire i sanitari e le pentole che hanno residui di cibo bruciato grazie alla sua azione leggermente abrasiva. L’olio essenziale di timo o bergamotto ha proprietà antibatteriche.

  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • q.b. di acqua
  • 2 gocce di detersivo per i piatti meglio se biologico
  • poche gocce di olio essenziale di timo o bergamotto

Mischia in una ciotola di plastica tutti gli ingredienti fino a formare una crema dalla consistenza simile allo yogurt, per questo regola ad occhio la quantità d’acqua.

GUARDA: Guida alla pulizia naturale ed ecologica: piccoli trucchi che salvano portafogli e ambiente

3) Ecco il Brillantante che fa anche da disincrostante e anticalcare, da utilizzare come normale anticalcare sui rubinetti e nel lavello di acciaio inox, oppure come brillantante in lavastoviglie (regola l’indicatore al massimo) e anche come disincrostante (ogni mese se ne versa 1 litro direttamente nella vaschetta del detersivo della lavastoviglie o nel cestello della lavatrice e si avvia un programma a 60°). Occorrono:

  • 150 gr di acido citrico
  • 1l di acqua distillata

In una ciotola di plastica fai sciogliere l’acido citrico nell’acqua distillata tiepida e versare poi in uno spruzzino. Qui l’acqua deve per forza essere distillata proprio per non rilasciare ulteriori tracce di calcare sulla superficie da pulire!

3) Questo Ammorbidente all’acido citrico si deve versare (dose da 100 ml) direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente. In alternativa si possono usare 100 ml di aceto bianco puro. Occorrono:

  • 100 gr di acido citrico
  • 1 l di acqua meglio se distillata

Anche in questo caso vale il discorso fatto per lo spray al bicarbonato e per il pulitutto, se si vuole annullare l’effetto del calcare sarebbe meglio che l’acqua fosse distillata (si può ricavare dallo scarico del condizionatore) perché quella del rubinetto ha del calcare. Fai sciogliere l’acido citrico nell’acqua distillata intiepidita in una bottiglietta da ammorbidente vuota e già pulita.

4) Ecco qui la ricetta di un ottimo Pre-trattante per macchie da versare solo su capi bianchi e per un’ora prima del lavaggio. Per ottenere invece un effetto igienizzante e disinfettante si possono lasciamo in ammollo per 30-60 minuti (in caso di capi colorati) o per una o due ore (in caso di capi bianchi) prima del lavaggio in una soluzione fatta da 5 litri di acqua tiepida e 1 cucchiaio di percarbonato. Per il pre-trattante occorrono:

  • q.b. di percarbonato
  • q.b. di acqua

Mescola in una ciotola di plastica i due ingredienti fino ad ottenere una crema granulosa e con questa e l’aiuto di una spugnetta di loffa dacci sotto!

GUARDA: Detersivi naturali per la lavatrice, la guida pratica

5) Per farsi da soli circa 500 ml di un buon Pulitutto valido anche come Lavavetri occorrono:

  • 100 ml di alcool bianco per liquori a 95°
  • 400 ml di acqua distillata
  • 8-10 gocce di detersivo per piatti biologico
  • qualche goccia di olio essenziale a scelta

Parti dal detersivo per i piatti biologico ma lo devi diluire con l’alcool per liquori (meglio dell’alcool denaturato rosa) con l’olio essenziale e l’acqua distillata e metti in uno spruzzino. usa quando vuoi perché l’alcool stabiliza e conserva il preparato. Puoi asciugare con un giornale perché l’inchiostro asciuga e assorbe gli aloni di calcare dai vetri.

6) Detersivo fai-da-te per piatti. In realtà si parte da un detersivo biologico ma lo si diluisce con del bicarbonato e si dona profumazione e un blando potere antisettico con gli olii essenziali. Per un flacone di 500 ml occorrono:

  • 1/6 di detersivo liquido per i piatti biologico
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 15-20 gocce di olii essenziali (a scelta, limone, arancio, menta, pino…)

Riempi un contenitore di detersivi usato già pulito con l’acqua il bicarbonato e agita con delicatezza per mescolare il tutto. Pulire bene i piatti sporchi con una spugna umida prima di metterli nel lavello. Versarci sopra l’acqua di cottura della pasta o del riso (l’acqua bollente è un ottimo sgrassante). Versare la giusta quantità di detersivo per piatti sulla spugna per lavare le stoviglie. Sciacquare tutte le stoviglie alla fine.

GUARDA: Detersivi naturali per lavastoviglie e piatti, la guida pratica

7) Se lo scarico è otturato prima di passare ad acidi altamente corrosivi per le tubature e dannosi per la tua pelle e spesso per gli occhi (tant’è che sulla confezione a volte c’è scritto di mettersi degli occhiali per i fumi che fuoriescono dal lavandino), prova un ottimo sturalvandini fai-da-te e non dimenticare la cara e vecchia ventosa, che con l’azione meccanica e un pò di olio di gomito da parte tua, fà miracoli!

  • 150 gr di sale fino da cucina
  • 150 gr di bicarbonato di sodio oppure soda da bucato (soda Solvay)

In un contenitore in plastica (meglio uno dei vecchi detersivi pulito, e mi raccomando, non lasciarlo in giro pieno se ci sono bambini in casa) mescola il sale da cucina e il bicarbonato di sodio o la soda. Versa nello scarico, e subito dopo versa una pentola di acqua bollente. Attenzione: se non si versa lacqua subito si rischia di intasare lo scarico! Utilizzando questo sistema con dosi ridotte e ripetendo la procedura una volta al mese, ci garantiremo sempre scarichi liberi.

E per finire vediamo dei piccoli accorgimenti. Lascia agire i prodotti. Vanno lasciati in posa molto più a lungo dei normali detersivi. Usa sempre acqua calda in quanto ha un forte potere detergente. Non mischiare acidi e basi in quanto reagiscono tra loro annullando a vicenda il loro potere detergente.

Se sei alla ricerca di consigli sulla pulizia ecologica e sulla auto-produzione dei detergenti per la casa, guarda anche questi articoli:

Se poi vuoi provare nuovi trucchi e ricette per farti le pulizie in modo ecologico, questi libri sono una miniera di informazioni!

Saponi e Detersivi Naturali - Libro
Come farli in casa usando olio, cenere, soda e lisciva
Vivi con Stile
Caloriferi e condizionatori, elettrodomestici, detersivi, auto e tempo libero: 160 consigli pratici per una vita a basso impatto ambientale.
Manuale per Sopravvivere alla Crisi
Sopravvivere a ogni crisi…di oggi o di domani – Gestire una casa risparmiando – energie alternative alla portata di tutti – detersivi ecologici casalinghi
Pulizie Creative
Detersivi e cosmetici naturali fai-da-te, per la casa e la cura di sé
Guida ai Detersivi Bioallegri
Tradizionali, ecologici e fai da te. Impariamo a conoscerli e ad usarli

Ti è piaciuto questo articolo?
           

Lascia un Commento

{ 2 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

walter mariani agosto 24, 2013 alle 1:33 pm

siamo coppia coniugi valutiamo opportunita professionali.come pizzaioli aiutante chef.collaboratori domestici per privati.servizi vari,esclusi lavori agricoli assistenza anziani,agriturismi.custodi di portierato fiduciario.possediamo pat.c con attestato per la manipolazione di alimenti.(libretto sanitario)referenze controllabili a colloquio.tel 3889313655:disponibili trasferirsi zona centro nord italia.europa.milano como varese.canton ticino(CH)

Rispondi

Ale agosto 9, 2012 alle 9:15 am

Molto interessanti questi consigli! Se può interessare, ho trovato delle “ricette” per detersivi bio anche qui ;)
http://www.comepulire.it/2012/08/08/prodotti-per-la-pulizia/come-fare-detersivo-bio-in-casa/

Rispondi

Lascia un commento


− due = 7

{ 1 trackback }