Riciclare le bottiglie di plastica: ne bastano 4.000 per fare una casa!

di Luca Scialò del 12 marzo 2014

Spesso eco-sostenibilità e scopi sociali possono far sorgere progetti molto utili e interessanti, come quello degli imprenditori Prashant Lingam e la moglie Aruna Kappagantula, fondatori della Bamboo House of India. Cosa hanno fatto? Stanno sostituendo i mattoni classici con bottiglie di plastica riciclata, mischiandole con il fango.

In India il deficit di case è giunto a 148mila unità abitative e loro sperano di abbassare questa cifra.

E IN AFRICA: Muri con bottiglie di plastica? Più solidi di quanto si credesse

Le bottiglie piene di fango vengono collocate sia verticalmente che orizzontalmente. Offrono altresì isolamento termico. L’intonaco viene fatto con fango e sterco di vacca, mentre il tetto viene realizzato con bambù attaccati a bastoni di legno. Il cemento viene utilizzato in minima parte e la loro durata prevista è di circa 30 anni.

SPECIALE: Agartala, la prima città solare in India

La ciliegina sulla torta di questo progetto è che è… economico. Una casa fatta in questo modo costa infatti un quarto di una tradizionale. Si stima che una casa di 200-400 mq costa meno di 50mila dollari. Dunque un piccolo monolocale di 40 mq ha costi davvero esigui.

Ad oggi l’impresa dei coniugi Lingam ha già utilizzato circa 4.000 bottiglie per costruire le abitazioni. Contribuendo alla piaga della scarsità delle case in India e al riciclo di oggetti molto inquinanti quali sono le bottiglie di plastica.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *