Risorse idriche: in Italia qual è la Regione più autosufficiente?

di Luca Scialò del 2 novembre 2013

Il IX Rapporto Ispra sulla Qualità dell’Ambiente Urbano ha tracciato un quadro sulle capacità di approvvigionamento idrico delle regioni italiane. Alias, sul loro grado di autonomia nel fornire acqua ai propri cittadini. Di seguito i risultati.

Partiamo da quelle autosufficienti dal punto di vista idrico:  Valle d’Aosta, Trento, Abruzzo, Sicilia e Sardegna.

Tuttavia, è una regione del sud ad avere il primato di esportazione idrica: la Basilicata, con ben il 70% di acqua (circa 217 milioni di metri cubi) esportata verso le altre regioni. Tale capacità è dovuta al saldo positivo tra le sue risorse idriche e il numero di abitanti.

LO CONOSCI? Sudore… da bere. Una macchina lo rende potabile

Veniamo invece a quelle dipendenti dalle altre regioni. La Puglia è prima in classifica, con più del 60% della propria disponibilità idrica (circa 333,5 milioni di metri cubi di acqua ad uso potabile) proveniente dalla Basilicata (per circa il 64%), dalla Campania (per circa il 36%) e in quantità residuali dal Molise.

Dal rapporto poi si evince che gli italiani sono meno spreconi d’acqua. In dieci anni (2000-2011) hanno ridotto il consumo domestico mediamente del 14,5%. Con eccellenze in Monza (- 48,4%), Parma (-34,5%) e Piacenza (-31,1%). Mentre Messina è quella che, al contrario, ne ha aumentatoil consumo (+17,5%).

LO SAPEVI CHE:  L’Italia ha il primato europeo per consumo di acqua in bottiglia, e le Regioni ‘regalano’ le sorgenti

Va anche detto che molti Comuni (570) inseriscono il tema del risparmio idrico all’interno dei propri Regolamenti Edilizi, la maggioranza lo prevede come un obbligo (505) ma solo 15 propongono anche degli incentivivolti a diminuire realmente i consumi e, dunque, far risparmiare le famiglie, introducendo l’aspetto fondamentale del comportamento individuale.

L’aspetto negativo è che quasi tutti i comuni virtuosi provengono dal Centro-Nord: il 97%, grazie anche alle varie politiche che mettono in campo.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *