Sapone di Aleppo, interamente naturale e biodegradabile

di Marta del 14 luglio 2016

Scopriamo insieme un sapone interamente naturale, biodegradabile ed anallergico, il Sapone di Aleppo. Ecco il procedimento con cui viene ricavato e con tutte le applicazioni benefiche relative.

Se siete alla ricerca di un sapone interamente naturale la scelta migliore è sicuramente il sapone di Aleppo.

Il sapone di Aleppo prende il nome dall’omonima città nel nord-ovest della Siria, nota purtroppo per i drammatici fatti di cronaca siriani. E’ il più naturale dei saponi esistenti in commercio, biodegradabile al 100%, anallergico e adatto a qualsiasi tipo di pelle.

Il sapone di Aleppo viene prodotto solo con olio di oliva e olio di alloro. Ancora oggi è fabbricato in maniera artigianale secondo una ricetta che si tramanda inalterata da secoli. Pensate che la prima testimonianza risale addirittura al 280 a.c.

Sin dall’antichità Il sapone di Aleppo veniva utilizzato nei bagni turchi prima del classico massaggio, e lasciato riposare sul viso per 3/4 minuti con un effetto del tutto simile a quello di una moderna maschera cosmetica.

Ma vediamo di capire meglio come si ricava Il sapone di Aleppo.

Sapone di Aleppo, come viene prodotto?

Dopo il raccolto l’olio di oliva viene cotto per alcuni giorni con l’aggiunta di soda estratta dal sale marino e, al termine di questa cottura, vengono aggiunte le bacche di alloro, che conferiscono al sapone il suo particolare profumo.

sapone di aleppo

Sapone di Aleppo, interamente naturale

Dopo questo procedimento il sapone viene tagliato in panetti e lasciato essiccare per un periodo di circa 10/12 mesi. E’ proprio l’essiccazione naturale e l’ossidazione prodotta al contatto con l’aria a dare al sapone la sua particolare coloritura.

Potete controllare l’artigianalità e la naturalezza di questo sapone proprio dal suo caratteristico colore marrone rossiccio, che si produce a seguito del processo di essiccazione.

Sapone di Aleppo, le applicazioni suggerite

Questo prodotto ha una molteplicità di applicazioni:

  • è un ottimo antiforfora.
  • allevia problemi della pelle come eczemi e psoriasi.
  • può essere usato anche come schiuma da barba grazie alla capacità dei semi di alloro di distendere la pelle e aprirne i pori.
  • come ottimo antitarme: gli abitanti di Aleppo ne mettono usualmente dei panetti nei loro armadi.

L’alloro conferisce a questo sapone capacità antisettiche e antinfiammatorie, mentre l’olio d’oliva gli conferisce qualità emollienti e  anallergiche; se applicato per un tempo di 3/4 minuti ha, infatti, un effetto levigante come quello di una maschera cosmetica.

Sapone di Aleppo, un ottima idea regalo!

Articoli correlati:

{ 4 comments… read them below or add one }

paoletta luglio 16, 2011 alle 10:31 am

ciao, per fortuna lo trovate anche nei grandi supermercati come il carrefour, e ogni erboristeria ha ormai i prodotti a base del sapone di aleppo. le saponette costano sui 2 euro

Rispondi

Barbara febbraio 3, 2011 alle 12:53 pm

Mai più senza! Da quando l’ho provato non riesco più a farne a meno! E il bello è che, a seconda della pelle che si ha in quel momento (e già, la pelle è mica sempre uguale!!!) si può scegliere con che percentuale di olio di allor usarlo (più o meno forte…). Lo amo così tanto che ne ho persino scritto:
http://ecogreentips.org/2011/02/01/greentips-consigli-verdi-il-sapone-piu-antico-del-mondo/

Rispondi

angela dicembre 16, 2010 alle 10:35 am

io l’ho acquistato su http://www.ecobeauty.it si è dimostrata un’azienda seria, i prodotti mi sono arrivati dopo un giorno dall’ordine

Rispondi

daniela dicembre 10, 2010 alle 10:16 pm

SI PUO’ ACQUISTARE ON LINE?

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *