Sarà vietato fare l’orto?

di Elle del 2 ottobre 2013

Sul balcone o sul terrazzo, coltivare un orto urbano, in casa o in giardino, è diventato sempre più comune, anche tra personenon prorpio eco-friendly che amano comunque l’idea di far crescere ortaggi, frutta, verdura o piante aromatiche di cui potersi poi nutrirsi, perché sono sicuri della provenienza e dell’assenza di particolari trattamenti chimici.

Una recente proposta della Commissione Europea ha creato equivoci tra i coltivatori per passione che rischiano di vedersi vietare l’orto domestico. Ma sarà davvero così?

TUTTO QUELLO CHE NON SAPETE SUI BREVETTI DEI SEMI: Sovranità alimentare, ovvero perché lottare contro l’utilizzo di semi

In realtà questa proposta di legge  è stata introdotta per regolamentare le tecniche di coltivazione delle piante e la diffusione di sementi. Si tratta di una norma che, se approvata, non andrebbe ad incidenre sui piccoli giardinieri o coltivatori che hanno intrapreso l’hobby dell’orto in casa; verrebbe piuttosto regolato il mercato attinente a questo ambito.

Un ulteriore passaggio equivocabile della proposta di legge riguarda la diffusione delle sementi per cui, per garantire un più elevato livello di qualità e sicurezza, le aziende agricole saranno chiamate ad utilizzare esclusivamente semi ‘certificati’. Ancora una volta, però, nessun riferimento ai ‘pollici verdi’ non professionisti.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *