Sciroppo di riso, un dolcificante naturale perfetto

di La Ica del 28 gennaio 2017

Lo sciroppo di riso è dato dalla germinazione del cereale. Contiene pertanto maltosio, uno zucchero ricco di amminoacidi e sali minerali essenziali. Per questo è considerato l’alternativa migliore al miele, anche per vegani e celiaci.

Sciroppo di riso: sapete cos’è e come si ricava? Scopriamo le proprietà e gli utilizzi di questo alimento.

Lo sciroppo di riso ha un sapore caratteristico ma un potere dolcificante inferiore rispetto al miele, per questo si presta come alternativa naturale allo zucchero, per dolcificare le bevande come il caffè e i dolci.

Ha una consistenza simile ma nella sua forma grezza, è molto più scuro. Una volta estratto, viene poi filtrato per renderlo più vischioso e privo d’impurità.

Viene spesso inserito nei prodotti da forno biologici, ed è anche un ottimo preservante per alimenti a base di frutta secca e cereali da colazione.

Nella sua forma pura, può resistere anche oltre l’anno, se lo si conserva ben chiuso in un luogo asciutto.

Benefici dello sciroppo di riso

Lo sciroppo di riso (o malto di riso) contiene potassio, magnesio e sodio, quindi agisce da tonificante, anche per il sistema nervoso. Infatti può aiutare anche a risollevare l’umore in corrispondenza dei cambi di stagione.

Il malto è inoltre ‘amico dei polmoni e dell’intestino’, perché cura sintomi quali gonfiore addominale e irritabilità.

malto di riso

Lo sciroppo di riso è denso quanto il miele, ma più scuro e aromatico

Può essere utilizzato anche dai celiaci in un ventaglio incredibile di preparazioni, perché il riso non contiene glutine. È un alimento anche ricco di ferro e calcio, ne presenta in quantità doppie rispetto al latte, dunque può essere consumato anche da anziani, bambini e donne in gravidanza.

Anche perché è povero di carboidrati e zuccheri (tre volte in meno dello zucchero raffinato), ed è quindi un dolcificante ipocalorico, pensato per chi è a dieta e per gli sportivi.

Suggerimento: scopri come fare i dolci senza zucchero e come sostituirlo

Infatti il malto, essendo il ricavato di un cereale, aiuta a mantenere il senso di sazietà. Il che permette di mangiare molti meno dolci o bevande zuccherate durante la giornata.

malto di riso polvere

In commercio c’è anche il malto di riso in polvere. Un dolcificante che funge da addensante, per numerose preparazioni dolciarie e non

Ecco tutte le sostanze dolcificanti alternative allo zucchero:

Sciroppo di riso pericoli

È necessario ricordare che lo sciroppo di riso è pur sempre uno zucchero, quindi non bisogna esagerare. Può essere consumato anche dai diabetici, ma in questo caso, si consiglia di utilizzarlo solo sotto stretta sorveglianza medica.

Ma attenzione, meglio preferire lo sciroppo di riso bio ed evitare, in ogni caso, di acquistare prodotti confezionati che presentino lo sciroppo di riso modificato o invertito, che al pari di quello di mais modificato è ricavato tramite un processo chimico che in molti hanno già definito nocivo.

Uno studio recente ha riscontrato la presenza di livelli eccessivi di arsenico nel miele di riso integrale di natura biologica.

Le barrette energetiche e dietetiche possono contenere sciroppo di riso. Controllate le etichette ed evitate quello modificato o invertito

Purtroppo l’arsenico è un contaminante naturale, e come il nichel e il mercurio è facile ritrovarlo in molti prodotti che poi finiscono sulla nostra tavola.

Niente allarmismi però, perché il cibo perfetto, puro da metalli pesanti non esiste. Cosa fare allora? L’invito è, come sempre, alla moderazione e ad una dieta varia e bilanciata.

SPECIALE: Quanto mais nascosto che mangiamo…

Dove comprarlo?

Ecco alcune offerte che trovate online:

Potrebbe piacervi anche queste ricette senza zucchero:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *