In California è nata la prima scuola eco-sostenibile anche per bambini vegani

di Elle del 18 settembre 2014

Dare ai nostri figli un’educazione al rispetto dell’ambiente, istillare una coscienza verso il risparmio delle risorse naturali, spiegare e mostrare come funziona il mondo naturale, mangiare ciò che si produce; questi sono alcuni dei principi che una scuola eco-sostenibile dovrebbe spiegare ai bambini siano essi vegani, vegetariani o semplicemente eco-solidali.

Inoltre, i genitori di bambini vegani o vegetariani sanno bene quanto possa essere importante che le mense scolastiche si attrezzino con adeguati menù cruelty-free, perché la scuola dovrebbe dare spazio alle esigenze di una dieta senza alimenti di origine animale anche per i più piccoli, mentre al momento sembra che solo le intolleranze e le allergie siano prese in considerazione dai servizi di refezione scolastici italiani.

La MUSE School a Calabasas in California, nasce appunto per avvicinare e preparare i bambini a vivere in armonia con il nostro pianeta e si presta ad essere la prima scuola vegana negli Stati Uniti e forse del mondo.

Fondata nel 2005 da Suzy Amis Cameron, moglie del regista di Titanic, la scuola vuole offrire un modello di sostenibilità ambientale attraverso l’insegnamento di materie green come il giardinaggio, il compostaggio, la permacultura. Grande spazio è dato al concetto del riciclo e del riutilizzo, e viene promossa un’educazione all’alimentazione sana e uno stile di vita sostenibile (e anche animal-free). Così la scuola offre un menù vegan una volta a settimana con l’obiettivo di rendere la mense scolastica del tutto cruelty free entro l’autunno 2015.

Al centro di tutto c’è l’educazione ambientale ed il rispetto per l’ambiente, lasciando spazio e voce ai giovani e ai loro diritti. Rientra pertanto tra le questioni legati alla consapevolezza dell’impatto delle proprie azioni anche l’attenzione dedicata alla coltivazione degli ortaggi poi consumati dagli stessi allievi, a cui viene insegnato in tal modo il valore da attribuire al cibo, cresciuto anche grazie al loro impegno e alla loro fatica.

Lungi dal porsi come modello per una ‘conversione’ allo stile alimentare vegan, questo istituto scolastico potrebbe rappresentare un esempio positivo per avvicinare fin da piccoli a temi con cui dovranno necessariamente confrontarsi in futuro.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *