Seattle, ecco la micro-casa che si impila

di Claudio Riccardi del 23 aprile 2014

Seattle, Stati Uniti. Città moderna, alternativa, la città nota per aver dato i natali a molti musicisti di successo e gli uffici di Amazon, ma anche la città che ora ospita un’abitazione da record, la casa impilabile più piccola al mondo.

Il progetto porta la firma di Steve Sauer, e consiste in un micro-appartamento per vivere in una città moderna ad un prezzo accessibile. Tutto ha preso forma da un ” cubotto ” che Sauer acquistò come magazzino. Lungo 3,35 m, largo 4,87 m e alto 3,05 m, una scatola in pratica!

SCOPRI ANCHE: Una roulotte che si trasforma in barca!

Al suo interno il proprietario ha dato vita a 3 differenti livelli posizionabili uno sopra l’altro, per un totale di 8 spazi abitabili e 17 metri quadri di superficie.

Osservando i vari ambienti, anche se puó sembrare incredibile, trovano spazio una cucina per 6i persone, una camera da letto, una sala video con TV, un’area caffetteria con tanto di visuale panoramica. Non mancano i servizi, con vasca da bagno in stile giapponese, e un tavolo in vetro che oltre ad avere la funzione di soffitto serve anche come piattaforma per un materasso della camera numero 2, quella per gli ospiti.

LO SAPEVI? Come costruirsi da soli una casa prefabbricata con meno di 20 mila euro, con Nomad Micro Homes

Seattle-Micro-Apartment-Steve-Saur

Seattle, ecco una vista interna della micro-casa di Steve Sauer

Il gioco di contro soffitti, scaffalature e superfici divisorie, incastri e strutture scorrevoli ha permesso di mettere a disposizione tutto l’indispensabile in pochissimo spazio. I materiali sono interamente compatibili con l’ambiente, e il concetto di occupare una volumetria abitativa ridotta rientra nei principi che ispirano la bio-edilizia.

Sauer organizza ogni anno una festa, il “micro-party“, che ha portato nella casetta impilabile di Seattle fino a 14 persone. That’s incredible!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *