Semi di anguria: proprietà e utilizzi in cucina

di Elle del 24 settembre 2016

Dell’anguria non si butta via niente: anche i semi di questo frutto estivo diventano ottimi snack ricchi di proprietà salutari. Scopriamo come utilizzarli in cucina.

I semi di anguria sono solitamente considerati un prodotto di scarto del frutto succoso e rinfrescante, re dell’estate. Tuttavia, è bene sapere che anche i semi, come la polpa dell’anguria, sono commestibili e possono essere utilizzati sfruttando le loro benefiche proprietà.

Semi di anguria: proprietà

Ricchi di fibre e antiossidanti, questi semi contengono anche una buona quota di proteine vegetali. Inoltre, sono fonte di preziosi sali minerali, quali magnesio (utile per contrastare la sensazione di affaticamento), fosforo, ferro, potassio, zinco, rame e manganese. Per quanto riguarda l’apporto vitaminico, è garantita soprattutto la presenza della vitamina B insieme a grassi insaturi, utili per contrastare i livelli di colesterolo e proteggere da stati infiammatori e patologie cardiovascolari.

Si tratta di sostanze particolarmente utili per il benessere del nostro organismo, tanto da rendere questi semi un valido integratore alimentare.

Non irrilevante è anche il leggero effetto lassativo che i semi di questo frutto sono in grado di apportare. Si consiglia, pertanto, di non esagerare con il consumo di questi semi per evitare problematiche di tipo intestinale.

SPECIALE: Anguria, proprietà e ricette

Semi di anguria: utilizzi in cucina

I semi di anguria possono essere tostati per consumarli come sfizioso snack. Occorre lavarli e lasciarli asciugare al sole, poi disporli in una teglia, ricoperta con carta da forno, con un filo di olio e un po’ di sale. Basterà lasciarli in cottura per circa un quarto d’ora in forno alla temperatura di 180° fino a renderli croccanti. Una volta raffreddati, potranno essere gustati come spuntino ricco di salute.

I semi di anguria tostati sono un ottimo snack ricco di salute.

I semi di anguria tostati sono un ottimo snack ricco di salute.

In alternativa, si possono aggiungere come ingrediente di insalate o spezzettati e tritati all’interno di zuppe o verdure miste, magari in aggiunta ad altre spezie.

Anche nella preparazione di una bevanda a base di cocomero si può pensare di utilizzare non solo la polpa ma anche i semi, appositamente frullati.

Ti potranno interessare anche questi articoli:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *