Spreco d’acqua, il cioccolato è l’alimento che ne consuma di più

by Luca Scialò on 1 aprile 2016

Nonostante una recessione economica senza precedenti e che dura ormai da anni, nel Mondo si sprecano ancora fino a due miliardi di tonnellate di cibo ogni anno. Ossia la metà di quello prodotto. A dirlo l’Institution of Mechanical Engineers (conosciuto anche con l’acronimo IME), che aggiunge anche come il 30-50% dell’intera produzione alimentare si perda prima di raggiungere uno stomaco.

L’IME denuncia pertanto gli sprechi di cibo da parte dei consumatori nella parte occidentale del Mondo (dove tale vergogna si concentra principalmente), ma anche l’inadeguatezza del sistema nel garantire cibo ai poveri. Ancora, accusa degli sprechi anche i grandi supermercati, rifiutando intere coltivazioni di frutta e verdura commestibile giacché non soddisfano i loro standard per quanto concerne le caratteristiche fisiche (dimensioni e colore) richieste dai clienti. Si pensi al fatto che nel Regno Unito, ad esempio, un terzo del raccolto di verdure non è mai stato raccolto per questi motivi. Cibo che farebbe invece molto comodo agli indigenti britannici stessi, e a quelli del Terzo mondo.

Leggi anche:

Il rapporto dell’Ime però mira anche a mettere in evidenza lo spreco di energia, terra e acqua che si consuma per la produzione di cibo. Particolarmente rilevante lo spreco di acqua: circa 3.8 tonnellate di metri cubi di acqua viene utilizzata dagli esseri umani ogni anno, per il 70% solo per il settore agricolo globale. Inoltre, la quantità di acqua sprecata a livello globale in coltivazioni che poi non raggiungono mai il consumatore è stimato a 550 metri cubi.

Ancora, l’Institution of Mechanical Engineers prevede che il fabbisogno di acqua per soddisfare la domanda alimentare nel 2050 potrebbe raggiungere tra i dieci e i tredici metri cubi all’anno. Ossia circa il triplo della quantità di corrente utilizzata annualmente dagli esseri umani.

Ma per quali tipi di alimenti si spreca più acqua? La produzione di carne richiede molta più quantità di acqua rispetto alla verdura. IME ritiene infatti che per produrre un chilo di carne occorrano tra i 5.000 e 20.000 litri di acqua, mentre per produrre 1 kg di grano servono tra i 500 e 4.000 litri di acqua. Andando nel dettaglio, fa specie scoprire che il Cioccolato sia l’alimento la cui produzione richiedete il maggior quantitativo di acqua: 17.196 litri per produrre 1 kg. Seguono a ruota manzo, pecore e carne di maiale.

Paradossalmente, proprio per la loro liquidità, le bevande sono invece quelle che consumano meno acqua: Tè, birra e vino. Rispetto alla produzione di carne, e anche qui siamo di fronte a un paradosso naturale, gli alimenti vegetali richiedono molta meno acqua. Si pensi al fatto che 1 kg di patate utilizza 287 litri di acqua.

Di seguito vi proponiamo la tabella pubblicata dall’Institution of Mechanical Engineers:

Alimenti Consumo acqua in litriQuantità
Cioccolato1 kg17.196
Manzo1 kg15.415
Pecora1 kg10.412
Maiale1 kg5,988
Burro1 kg5,553
Pollame1 kg4,325
Formaggio1 kg3,178
Olive1 kg3,025
Riso1 kg2,497
Cotone250 gr2,495
Pasta1 kg1,849
Pane1 kg1,608
Pizza11,239
Mela1 kg822
Banana1 kg790
Patata1 kg287
Latte250 ml255
Cavolo1 kg237
Pomodoro1 kg214
Uovo1196
Vino250 ml109
Birra250 ml74
250 ml27
Fonte: IME

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *