Strappo muscolare, come curarlo in modo naturale

di Elle del 20 gennaio 2017

Lo strappo muscolare arriva dopo lo sport o uno sforzo lavorativo intenso, ed è in pratica uno stiramento dei muscoli o dei tendini. Sappiamo come curarli naturalmente senza l’uso di medicinali?

Stiramento muscolare: cos’è?

Lo strappo è un allungamento o elongazione muscolare traumatica dei tendini, ovvero le fasce di tessuto fibroso che collegano i muscoli alle ossa.  Vi cui possono incorrere non solo gli atleti, ma anche le persone coinvolte in attività lavorative di tipo fisico intense.

Ci sono due tipi di strappi, quelli acuti e quelli cronici.

  • Strappo acuto. Solitamente un movimento brusco o irregolare durante l’esercizio fisico è in grado di provocare un allungamento della fibra muscolare, che è responsabile dell’alterazione del tono del muscolo. Il muscolo, sottoposto a una tensione troppo intensa, può strapparsi.
  • Strappo cronico. Nel caso di movimenti ripetuti e prolungati durante le attività sportive.

Le cause di questo problema sono diverse, si va dalla classica mancanza di allenamento, eseguendo attività troppo intense rispetto alla propria capacità e forma fisica, all’affaticamento, per cui i muscoli stanchi non sorreggono bene le articolazioni. Anche non realizzare del riscaldamento o dello stretching prima dell’attività fisica è un fattore di rischio, perché scioglie i muscoli e aumenta la mobilità articolare.

Strappo muscolare,

Ecco alcuni casi di traumi e dolori che si possono trattare con rimedi naturali:

Strappo muscolare tempi di recupero

Il recupero dipende dalla causa e dall’entità dello tiramento. Si possono avere dolore localizzato o ad ampio raggio, gonfiore locale, anche spasmi muscolari, e ridotta mobilità della parte.

In genere, uno strappo lieve o moderato, si cura senza bisogno di andare dal medico ed i sintomi, e guarisce in 3-5 settimane. E’ però opportuno farsi visitare se il dolore è molto intenso, oppure non si riesce a muovere l’arto, e se la parte colpita rimane intorpidita. Altrimenti, vi basterà osservare alcune regole:

  • Riposo, ma non immobilità. Senza restare a letto, è bene astenersi dal fare attività fisiche intense, in particolare sulla parte dolorante, ma è consigliato dello stretching e del nuoto. riposo per una settimana e alcuni rimedi naturali; è però opportuno farsi visitare se il dolore è molto intenso, oppure non si riesce a muovere l’arto, oppure se la parte colpita rimane intorpidita per più di un’ora.
  • Borsa del ghiaccio sulla parte dolorosa e gonfia per 20 minuti. Può essere ripetuta varie volte e per 1-2 giorni.
  • Compressione con bende elastiche non troppo strette, controllando che la zona non s’intorpidisca o il dolore aumenti.
  • Sollevare la parte soggetta a strappo. Farà diminuire il gonfiore perché permette il drenaggio dei liquidi in eccesso.

 

Strappo muscolare polpaccio

Si manifesta con la presenza di gonfiore e dolore durante la camminata, coniugati a minore forza e una certa rigidità dell’arto, soprattutto quando viene sollevato, ad esempio per fare le scale.

Strappo muscolare schiena

Gli strappi più frequenti sono quelli nella parte bassa della schiena, dovuti al sollevamento o al lancio di un peso, od a prolungati piegamenti. Tutte le discipline sportive possono provocarlo, anche il nuoto e l’atletica.

Può partire anche da un movimento repentino della schiena o del bacino, ma anche da una postura sbagliata, e perfino scarpe poco adatte.

Oltre al dolore – sia localizzato che diffuso a tutta la schiena – ci possono essere difficoltà nel movimento e nell’assumere alcune posizioni. Può interessare sia la cervicale che la zona lombare, rendendo difficile piegarsi o sedersi. Si trova sollievo nella posizione sdraiata.

Strappo muscolare bicipite femorale

Gli stiramenti della coscia sono causati da movimenti intensi o bruschi quando si flette il ginocchio o estende l’anca. Sono tipici di sport come la corsa veloce e il fondo, il salto in lungo, ed il tennis.

Spesso si verifica un forte dolore violento a livello della parte posteriore della coscia, a volte appare anche un ematoma e si sente come uno scalino nella zona dietro la coscia se la lesione è severa.

Strappo muscolare spalla

Nella spalla è frequente uno strappo dei muscoli che ricoprono la cuffia dei rotatori, uno dei quattro muscoli della spalla. 

Il dolore può essere posteriore, a livello del muscolo trapezio, oppure alla spalla anteriore; in questo caso può essere provocato dal tendine del bicipite, che si inserisce nella parte anteriore della spalla.

Strappo muscolare quadricipite

Il quadricipite è il muscolo più voluminoso della coscia e serve per estendere la gamba. Lo strappo del quadricipite può avvenire in prossimità della giunzione muscolo-tendinea. Può avvenire per un trauma quando il muscolo è contratto (impatto del ginocchio di qualcuno contro la coscia), oppure perché il muscolo viene eccessivamente allungato.Lo stiramento muscolare è causato da uno squilibrio tra la forza del quadricipite e quella dei muscoli posteriori della coscia a favore di questi ultimi.

Strappo muscolare coscia anteriore

Lo stiramento muscolare spesso colpisce i muscoli della coscia, e si manifesta con un dolore intenso, contingente al trauma, con una possibile difficoltà a muovere l’arto colpito.

Strappi muscolari rimedi veloci

La prima cosa da fare consiste nell’interrompere immediatamente l’attività fisica in corso cercando di restare fermi per non sforzare ulteriormente i muscoli; in una prima fase di soccorso, potendo contare sull’intervento di altre persone, è necessario applicare del ghiaccio sulla zona colpita ed immobilizzare l’arto attraverso una fasciatura. In seguito si potrà procedere con gli accertamenti medici e le cure più consone rispetto alla gravità della situazione.

  • Per alleviare il dolore legato allo stiramento muscolare si può optare anche per l’adozione di semplici rimedi naturali, includendo alcuni cibi antinfiammatori all’interno della propria alimentazione, in particolare spezie come zenzero e curcuma.
  • A livello topico, invece, si può contare sull’efficacia antinfiammatoria di una sostanza come l’arnica da applicare in crema direttamente sulla zona colpita. Per ottenere un effetto rinfrescante che allevii, almeno momentaneamente, la sensazione dolorosa, si può massaggiare il gel di aloe vera.
  • In fase riabilitativa può essere utile favorire il movimento dell’arto dolorante ma evitando eccessivi sforzi; pertanto sono consigliate sessioni di nuoto non troppo intense.

Ecco alcuni casi rimedi per lo strappo muscolare che trovate online:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *